Molesta la compagna e la figlia e fugge dagli agenti schiantandosi contro un muro

L'uomo un cittadino egiziano si era nascosto all’interno dei garage sotterranei di un condominio

Molesta la compagna e la figlia e fugge dagli agenti schiantandosi contro un muro.

Nella mattinata del  25 marzo 2022, una donna in compagnia della propria figlia, contattava il numero di emergenza N.U.E. 112 comunicando che erano state poco prima molestate dall’ex compagno di quest’ultima e che lo stesso le stava inseguendo a bordo di una vettura VW Golf.

Durante la richiesta di aiuto alle Forze dell’Ordine, le due donne riuscivano a trovare riparo all’interno del parcheggio di un supermercato ubicato nel centro cittadino che in quel momento era affollato.
L’immediato intervento da parte di un equipaggio della volante “Nibbio” a bordo di motocicletta consentiva di raggiungere le due donne in preda al panico che venivano subito rassicurate dagli operanti i quali, nella circostanza, riuscivano ad individuare l’imperterrito tallonatore alla guida della vettura il quale, inottemperante all’intimazione di fermarsi, si dava a precipitosa fuga in direzione periferia.

Nasceva quindi un inseguimento durante il quale il fuggitivo, mettendo in serio pericolo gli altri utenti della strada e gli stessi agenti, a folle velocita perdeva il controllo del mezzo condotto impattando contro un muro di sostegno di una rotatoria nei pressi di un sottopassaggio per poi proseguire la fuga a piedi nelle campagne circostanti.

Intanto il pronto intervento delle volanti, nel contempo allertate dalla Sala Operativa, consentiva di rintracciare l’uomo che si era nascosto all’interno dei garage sotterranei di un condominio. Condotto presso gli uffici della Questura, l’uomo classe ’97 di cittadinanza Egiziana, che annovera numerosi pregiudizi penali e di polizia, veniva tratto in arresto.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...