fbpx
CAMBIA LINGUA

Minacce e violenze: punito con il Daspo il presidente onorario del Barletta

Il suo comportamento è stato ritenuto pericoloso per l'ordine e la sicurezza pubblica

Minacce e violenze: punito con il Daspo il presidente onorario del Barletta.

È stato notificato un Daspo della durata di un anno a Mario Dimiccoli, presidente onorario della società calcistica “Barletta 1922”.

L’episodio riguarda i disordini avvenuti durante l’incontro, del 1° ottobre scorso, tra Nardò e Barletta, presso lo stadio comunale di Matino. La partita, conclusasi con la sconfitta della squadra ospite, ha suscitato il malcontento di un dirigente della squadra del Barletta e di alcuni tesserati della società che, imputando alla terna arbitrale un comportamento di favore nei confronti della squadra di casa, “si dirigeva – si legge nell’ordinanza – verso gli spogliatoi degli arbitri pronunciando accuse e offese”.

Gli agenti della Polizia di Stato sono intervenuti per impedire l’ingresso negli spogliatoi dei direttori di gara all’uomo che, con atteggiamento sempre più aggressivo, ha rivolto insulti e minacce anche nei confronti dei poliziotti.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Dopo gli approfondimenti investigativi del caso da parte del Commissariato di Polizia di Nardò, l’uomo, un barlettano di 54 anni, denunciato per i reati di resistenza, minacce e violenza a Pubblico Ufficiale in occasione di manifestazioni sportive è stato punito con un provvedimento DASPO per la durata di un anno.

questura lecce

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×