Milano, spaccio e furti in Città: arrestate quattro persone

Milano. Nel corso di un mirato servizio di contrasto ai reati predatori nelle vie del centro città, ieri verso l’ora di pranzo gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Milano hanno notato due cittadini sudamericani che, con fare sospetto, osservavano le borse e gli zaini delle persone sedute ai tavoli per pranzare e hanno deciso, quindi, di seguirne i movimenti.

I due uomini si muovevano utilizzando monopattini elettrici ed erano in costante comunicazione tra loro mediante gli auricolari. Giunti in piazza del Carmine a Brera, dopo essersi scambiati alcuni cenni di intesa ed avere individuato la vittima, hanno parcheggiato i monopattini e si sono divisi sedendosi ai tavolini esterni di un ristorante, vicino alla futura vittima. Uno dei due ha chiamato un cameriere ed ha cominciato a fare alcune domande solo per distrarlo e far agire il complice indisturbato: quest’ultimo ha coperto con la propria giacca lo zaino di un uomo che stava pranzando con un amico e, dopo averlo afferrato, si è alzato incamminandosi verso via del Carmine. Anche il complice, in quel momento, si è alzato da tavola cercando di allontanarsi frettolosamente.

I poliziotti della Squadra Mobile hanno fermato subito i due uomini che stavano tentando di recuperare i monopattini per fuggire: i due, un cittadino venezuelano di 41 anni e un cittadino cubano di 45 entrambi pregiudicati, hanno opposto resistenza e sono stati arrestati per rapina impropria. La borsa, contenente documenti personali, computer aziendale, carte di credito e chiavi di un’auto di grossa cilindrata, è stata recuperata e restituita alla parte lesa, un 40enne cittadino italiano.

 

Ieri pomeriggio, in zona Gratosoglio, gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato due cittadini italiani di 19 anni per spaccio di hashish in concorso. I poliziotti in servizio di contrasto al traffico di droga, dopo avere individuato il potenziale acquirente, hanno notato che lo stesso si è diretto verso i due pusher e, mentre il primo ha ceduto il pezzetto di hashish, il complice ha riscosso il corrispettivo in denaro. Quando sono stati fermati dagli agenti, i due ragazzi hanno tentato di disfarsi di altra sostanza stupefacente che avevano occultato all’interno di un pacchetto di sigarette. Entrambi pregiudicati nonostante la giovane età, sono stati tratti arrestati per spaccio in concorso. L’acquirente, cittadino italiano del 1971, è stato segnalato alla competente Prefettura.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...