Milano, spacciano mettendo la droga sotto lo zerbino

I poliziotti della Squadra Mobile di Milano, nell’ambito di un mirato servizio anti spaccio,hanno arrestato tre persone in diverse operazioni.

La prima in viale Sabotino hanno notato un cittadino egiziano, già arrestato nel passato, che si aggirava con fare sospetto e lo hanno seguito: l’uomo è entrato in uno stabile di viale Bligny dirigendosi verso un appartamento dove ha nascosto qualcosa sotto lo zerbino. Subito dopo è uscito dallo stabile e, in via Vittadini, si è incontrato con un ragazzo italiano al quale ha ceduto una dose di cocaina.

Entrambi sono stati immediatamente fermati e controllati: il cittadino egiziano è stato trovato in possesso del denaro appena ricevuto dall’acquirente.

Alla richiesta di dove abitasse ha fornito informazioni vaghe ma, sotto lo zerbino ove era stato visto chinarsi nel corso del servizio di osservazione, è stata trovata la chiave di un appartamento di quello stabile, dove all’interno sono stati rinvenuti e sequestrati 45 grammi di eroina e 6 grammi di cocaina, oltre al materiale per il confezionamento e la pesatura dello stupefacente.

L’appartamento in questione era utilizzato dall’uomo come base logistica dello spaccio visto che all’interno sono state trovate le chiavi della sua vera abitazione dove la perquisizione ha dato esito negativo. L’uomo, cittadino egiziano di 50 anni, con numerosi precedenti penali è stato arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti.

In serata invece, gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato due cittadini egiziani di 21 anni, pregiudicati ed irregolari sul territorio nazionale, trovati in possesso di circa mezzo kg di hashish occultato all’interno dell’appartamento che condividevano in via Tracia zona San Siro. Inoltre, nel corso dell’operazione, sono stati sequestrati più di 4 mila euro in contanti provento dell’attività illecita.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...