MILANO SMANTELLATA BANDA DI SPACCIATORI DI COCA

235

La Polizia di Stato ha arrestato in flagranza: P.S. di 28 anni, P.D. di 22 anni, C.M.E. di 20 anni, B.D. di 27 anni e C.A. di 32 anni per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli agenti del Commissariato di P.S. Comasina della Questura di Milano, anche a seguito di una segnalazione confidenziale, hanno svolto un’attività di controllo e investigazione fatta di appostamenti ed osservazioni, in merito ad un via vai sospetto all’interno di un appartamento in via Dora Baltea.

Infatti, gli investigatori hanno individuato un appartamento vicino al quadrilatero dello spaccio di Bruzzano, nell’ambito del supercondominio accessibile da via Dora Baltea, Via Dora Riparia e Via Forni, e tre pregiudicati noti agli operanti (C.A., B.D. e P.D.) che fungevano da vedetta e da cavallini per lo spaccio al minuto, uno dei quali, il 14 febbraio, era già stato arrestato in via Fontanelli per spaccio.

Inoltre, la piattaforma dello spaccio messa in atto era ben organizzata con movimenti ed individui che avevano ruoli ben definiti: dal boss, al cavallino sino alla vedetta. L’appartamento in questione, seppur non censito nelle banche dati SDI, risultava essere abitato dalla coppia P.S. e C.M.E. e, sfruttando un momento di distrazione e il rientro di una vedetta, i poliziotti hanno fatto irruzione e bloccato tutti i soggetti nella sala studio, il cui arredamento riproduce fedelmente quello del celebre boss “Tony Montana” nel film “SCARFACE”.

Gli investigatori, a seguito di perquisizione domiciliare, hanno sequestrato: 168,4 grammi di cocaina, 3.150,00 euro in contanti, materiale da taglio, 8 telefoni cellulari, materiale da confezionamento, un bilancino di precisione e bustine trasparenti di medie dimensioni con tracce di sostanza stupefacente. Inoltre, in prossimità della rampa che permette l’accesso ai box siti al piano interrato dello stabile, all’interno di una cassetta dell’idrante, gli agenti hanno sequestrato un borsello di colore giallo e nero con all’interno un involucro in cellophane contenente 5,16 grammi di cocaina con altro materiale da confezionamento.

Articolo di Laura Marinaro


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...