Milano, servizio di controllo e supervisione in zone Quarto Oggiaro, City Life e viale Monza

Milano, La Questura di Milano ha svolto ieri a Milano dei servizi di controllo del territorio in zona Quarto Oggiaro, via Padova e nel quartiere di City Life. In mattinata i poliziotti del Commissariato Sempione, con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine Lombardia, hanno controllato l’area pedonale di City Life e strade limitrofe dove sono stati anche effettuati 3 posti di controllo. In totale sono stati 36 i cittadini controllati (di cui risultati con precedenti di polizia) e 20 veicoli. Altre 372 vetture sono state controllate tramite tablet del sistema “Mercurio”.

Gli agenti del Commissariato Quarto Oggiaro, invece, nel pomeriggio, hanno perlustrato e controllato via Aldini, via Palizzi, via Mambretti e Parco Lessona: delle 10 persone sottoposte a controllo documentale, 2 sono state accompagnate in Questura per la verifica della loro posizione sul territorio nazionale.

I poliziotti del Commissariato Villa San Giovanni, infine, sempre ieri pomeriggio, hanno controllato 547 veicoli e 97 persone, delle quali 19 con precedenti di polizia,  nel servizio svolto con le volanti, Il Reparto Prevenzione Crimine Lombardia e la Sezione Annonaria della Polizia Locale sul territorio a nord di piazza Loreto. Gli agenti della Sezione Polmetro dell’Ufficio Prevenzione Generale hanno eseguito dei controlli presso le fermate MM1: Villa San Giovanni, Precotto, Gorla e i poliziotti della volante, con il supporto dell’Unità Cinofila della Questura, hanno sanzionato un cittadino per detenzione di droga. La Polizia Locale ha elevato 3 sanzioni amministrative per un totale di 1.350 euro nei 3 locali controllati con la Polizia di Stato in Via Petrocchi, Largo Tel Aviv e Viale Monza.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Nel corso dei controlli, gli agenti del Commissariato Villa San Giovanni hanno arrestato un cittadino peruviano risultato destinatario di un mandato di catturaninternazionale emesso nel 2018 dalla Seconda Sala Penale di Appello del Santa (Perù) per furto aggravato e hanno indagato un cittadino egiziano per ricettazione.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...