MILANO, RAPINA E VIOLENTA 70ENNE, FERMATO RUMENO

231

Fermato l’autore della violenza sessuale aggravata e della rapina aggravata commesse il 21 settembre 2018 ai danni di una donna di 70 anni.

Nella mattinata odierna gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Milano hanno sottoposto a fermo un cittadino rumeno di 42 anni con precedenti specifici autore della violenza sessuale aggravata e della rapina aggravata commesse lo scorso 21 settembre ai danni di una donna di 70 anni introducendosi nella sua abitazione in zona Comasina.
Nella mattinata dello scorso 21 settembre 2018 gli agenti della Squadra Mobile erano intervenuti su segnalazione dell’ Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Milano presso l’abitazione della donna ove un uomo si era introdotto e, dopo averla minacciata con l’intenzione di farsi consegnare quanto di prezioso custodisse in casa , al rifiuto della donna, il rumeno la violenta per poi darsi alla fuga.
Nel corso dell’indagine coordinata dalla Procura di Milano gli agenti della Squadra Mobile di Milano a seguito di incessanti attività e accertamenti, nel pomeriggio di ieri 29 settembre hanno individuato il cittadino rumeno di 42 anni a Quistello (Mn), dove aveva trovato appoggio presso dei conoscenti. Grazie ai movimenti registrati dal telefono cellulare che l’uomo aveva asportato alla signora è stato possibile appurare che in un primo momento si era trattenuto a Milano, per poi spostarsi nel mantovano. Determinanti per l’acquisizione e la certificazione della prova le tracce biologiche rinvenute dagli agenti della Polizia Scientifica durante il sopralluogo nell’abitazione della vittima. Pertanto l’Autorità Giudiziaria ha emesso nei suoi confronti un fermo di indiziato di delitto notificato questa mattina con
la collaborazione della Squadra Mobile della Questura di Mantova.

L’uomo fermato dagli agenti della Squadra Mobile annovera un precedente specifico, perpetrato nel 2009 a Genova nei confronti di una donna di 30 anni, in circostanze
analoghe per il quale aveva appena finito di scontare 10 anni di reclusione, scontati fino al 2012 in un carcere Italiano per poi terminare la pena in Romania.

Lo stesso è stato associato presso la Casa Circondariale di Mantova.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...