Milano, furti nei treni merci per una refurtiva dal valore di 800mila euro, 2 arresti e 25 indagati dopo i controlli

Milano, 2 persone arrestate, 25 persone indagate, 17.285 persone controllate, 345 servizi di vigilanza negli scali ferroviari e 75 a bordo treno, per un totale di 218 convogli presenziati. 40 servizi antiborseggio, 3 minori rintracciati, 8 contravvenzioni elevate ai sensi del Regolamento Polizia Ferroviaria e 4 sanzioni al codice della strada. Questo il bilancio dell’attività del personale del  Compartimento Polizia Ferroviaria per la Lombardia, nella scorsa settimana, effettuata all’interno delle stazioni e sui treni per garantire la sicurezza dei viaggiatori,  al fine di prevenire e contrastare i fenomeni delittuosi e di degrado in ambito ferroviario e per rinforzare le misure di prevenzione disposte per il contenimento della pandemia .
Gli Agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria, a seguito di alcune denunce di furti avvenuti sui treni merci in sosta nella stazione di Pioltello, hanno organizzato un appostamento notturno lungo i binari. L’operazione si è conclusa con l’individuazione di un 41enne romeno colto sul fatto mentre tentava di asportare alcune casse di merce  da un convoglio ferroviario. L’uomo, raggiunto e bloccato dopo un breve inseguimento, è stato  trovato in possesso di taglierino ed altri arnesi atti allo scasso, che sono stati sequestrati. La refurtiva, del valore economico pari a  circa 800.000 euro, composta principalmente da ricambi per biciclette e generi alimentari,  è stata interamente recuperata e sarà restituita ai legittimi proprietari.
Gli agenti Polfer nella stazione di Milano Lambrate hanno fermato per un controllo una cittadina bulgara, poi arrestata perché, a seguito di accertamenti, è risultata ricercata per un furto commesso a Milano nel 2014.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...