Milano, in manette la babygang di Porta Genova

Avevano commesso nove rapine a mano armata (accertate) nella zona dei Navigli e di Porta Genova a Milano nell’estate del 2019 quando erano ancora minorenni. Quattro giovani tutti egiziani, in Italia da soli e senza fissa dimora, sono stati colpiti da ordinanza di custodia cautelare su ordine della Procura dei Minori dalla Polizia milanese che ha svolto un’accurata indagine. Il modus operandi dei giovani di cui due diciottenni (di questi uno rimpatriato nei mesi scorsi e uno in carcere per rapina e spaccio) e due diciassettenni (di cui uno irreperibile e l’altro in cella per gli stessi reati) era sempre lo stesso. La gang che viveva nei locali abbandonati dietro la stazione di Porta Genova o in una vettura abbandonata, in situazione di degrado totale, si muovava in branco: sceglieva le vittime con cura. Di mira venivano presi giovani e studenti che avevano un cellulare e gli veniva rapinato anche il portafogli con la minaccia di coltelli e armi. I quattro erano comunque anche dediti allo spaccio. L’arresto è scattato quando si è provata la responsabilità nelle nove rapine e anche l’attività di spaccio alle colonne di san Lorenzo e nella zona della movida dei Navigli.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...