Milano, il Questore chiude il “Discoteca Amaranta Club” e “La Rumba”

Nei due locali erano avvenuti episodi violenti

Milano, il Questore chiude il “Discoteca Amaranta Club” e “La Rumba”.

Il Questore di Milano Giuseppe Petronzi, nell’ambito dell’attività di prevenzione, controllo del territorio e monitoraggio dei locali pubblici milanesi svolta dalle forze dell’ordine per contrastare i fenomeni di criminalità, ai sensi dell’art. 100 del T.U.L.P.S., ha decretato la revoca delle licenze ai due esercizi pubblici “Discoteca Amaranta Club” in via De Ruggiero n. 6 e all’esercizio pubblico “La Rumba” ex “Pub La Gozadera” in via Giacosa n. 12.

Discoteca Amaranta Club

Ieri mattina, i poliziotti del Commissariato Scalo Romana hanno notificato il provvedimento destinato alla “Discoteca Amaranta Club” in quanto le indagini condotte hanno fatto emergere come l’esercizio commerciale costituisca luogo di ritrovo di persone pregiudicate e un concreto pericolo per l’ordine e la sicurezza della cittadinanza.

Nello specifico, a maggio, nel corso di un controllo svolto dagli agenti del Commissariato Scalo Romana, sono stati identificati quattro avventori, tutti con precedenti per reati contro la persona e il patrimonio; inoltre, all’interno della discoteca si sono verificati episodi violenti che hanno coinvolto gli stessi addetti alla sicurezza. Il locale è stato oggetto anche di un esposto presentato da numerosi cittadini residenti nelle adiacenze per segnalare i gravi problemi di ordine pubblico e i disagi provocati all’intero quartiere dalla clientela della discoteca.

La Rumba

Per quanto riguarda l’esercizio pubblico “La Rumba” ex “Pub La Gozadera” la revoca, notificata oggi dal Commissariato Villa San Giovanni, si è resa necessaria in quanto le problematiche inerenti a risse e aggressioni non si sono placate e, da gennaio ad oggi, si sono verificati diversi episodi violenti. A maggio scorso, agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale sono intervenuti per una rissa, all’interno dell’area giochi nelle immediate adiacenze del locale, chiedendo poi l’invio di altri equipaggi per la presenza di una ventina di persone che litigavano e alcuni usavano bottiglie di birra come arma.

I partecipanti alla rissa, dopo aver trascorso la serata all’interno del pub, ubriachi e già gravati da precedenti di polizia, sono stati indagati in stato di libertà per il reato di rissa e sanzionati amministrativamente. L’area giochi, teatro del violento episodio, era rimasta cosparsa di numerosi cocci di vetro e da molte bottiglie di birra, tanto da costringere le famiglie con i bambini ad allontanarsi.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...