Milano, ferma attività commerciale per spaccio di sostanze stupefacenti

Milano, il Questore di Milano Sergio Bracco, nell’ambito dell’attività di prevenzione e controllo del territorio e monitoraggio dei locali pubblici svolta dalla Polizia di Stato per contrastare i fenomeni di criminalità, ai sensi dell’art. 100 del T.U.L.P.S., lunedì 20 luglio scorso ha disposto il decreto di sospensione della licenza per 10 giorni all’esercizio commerciale “Bar Primavera”, sito in via Gian Carlo Sismondi 53 a Milano, notificato ieri 21 luglio 2020 dal Commissariato Monforte Vittoria della Questura di Milano.

La sospensione si è resa necessaria in quanto, a seguito di controlli effettuati da ottobre 2019 a oggi, l’esercizio commerciale è risultato frequentato da numerosi soggetti con precedenti penali e di polizia. Il titolare era già stato arrestato nel 2019 dopo che aveva organizzato all’interno del bar un’attività illecita di spaccio di sostanze stupefacenti.

A febbraio i poliziotti, inoltre, hanno sanzionato il titolare per non aver rispettato la chiusura del locale durante l’emergenza COVID-19.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

L’art. 100 del T.U.L.P.S. prevede che il Questore possa sospendere la licenza di un esercizio, anche di vicinato, nel quale siano avvenuti tumulti o gravi disordini o che sia abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose o che, comunque, costituisca un pericolo per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...