Milano, due arresti per maltrattamento e traffico di animali

Vendevano illegalmente bassotti e barboncini vicino la Stazione Centrale 

Milano, due arresti per maltrattamento e traffico di animali.

La Polizia di Stato di Milano ha denunciato in stato di libertà un uomo e una donna, rispettivamente di 46 e 52 anni, entrambi italiani, per i reati di maltrattamento di animali e falsità materiale commessa dal privato.

Gli agenti della Polizia Ferroviaria, durante il servizio di vigilanza nella stazione di Milano Centrale, hanno sorpreso nelle immediate vicinanze, due persone a vendere cuccioli di cane di razza bassotto e barboncino ad acquirenti reperiti su Subito.it.

Gli animali, cinque cuccioli in tutto, privi di microchip, sono stati trovati disidratati, sporchi di urina, rinchiusi in due trasportini di piccole dimensioni all’interno di un’auto, con scarse condizioni igieniche ed elevata temperatura.

Dagli accertamenti svolti sui cinque libretti veterinari, si è constatato che gli stessi erano incompleti nelle indicazioni del veterinario rispetto all’avvenuta sverminazione e somministrazione del primo vaccino.

Gli animali da compagnia, sottoposti a sequestro, sono stati affidati dal personale della Polizia Locale in giudiziale custodia alle stesse persone intenzionate all’acquisto.

Al termine, gli agenti hanno sequestrato al 46enne la somma di 3.500 euro, provento della precedente vendita di ulteriori cuccioli.

polizia ferroviaria

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...