Milano: droga nel barattolo e nel reggiseno. Arrestati quattro spacciatori

Nei giorni scorsi la Polizia di Stato ha arrestato a Milano tre uomini e una donna per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio e ha sequestrato hashish, cocaina ed eroina.

Lunedì 11 maggio nel pomeriggio, gli agenti della Squadra Mobile, nell’ambito di un servizio antispaccio in zona Monforte Vittoria, hanno notato un uomo che, frettolosamente e guardandosi ripetutamente intorno, si è diretto verso il cancello di ingresso di uno stabile in piazzale Cuoco e che, dopo aver attraversato il cortile interno, è stato raggiunto da un uomo che gli ha ceduto un qualcosa dietro corrispettivo di una somma di denaro.

Intuito che vi fosse stata una compravendita di sostanze stupefacente, i poliziotti hanno fermato l’acquirente e l’hanno trovato in possesso di 2 gr di hashish appena acquistati. Nel frattempo il pusher, costantemente monitorato, è rientrato all’interno della propria abitazione al quarto piano del palazzo dove gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato 10 pezzi di hashish dal peso di 40 grammi in un barattolo sul balcone. Il pusher, un cittadino tunisino di 32 anni, con alle spalle diversi precedenti e sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria disposta a seguito di un recente arresto di febbraio sempre per spaccio, è stato arrestato per spaccio e detenzione di hashish mentre l’acquirente segnalato alla competente Prefettura e sanzionato per la normativa Covid.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Ieri sera 11 maggio, invece, alle ore 23 circa, l’attenzione degli agenti della Squadra Mobile impegnati nel servizio antispaccio è stata attirata da un’autovettura a noleggio condotta da una donna in attesa di qualcuno davanti ad un passo carraio di via Pisacane. Dal condominio è uscito un uomo che frettolosamente è salito all’interno dell’auto per poi dirigersi in via Marco d’Agrate: lì l’auto si è fermata davanti ad un portone dal quale è uscito un ragazzo che li ha raggiunti e, dopo una breve conversazione con l’uomo seduto sul lato passeggeri, dal finestrino ha acquistato due dosi di cocaina. Gli agenti hanno quindi deciso di controllare sia l’acquirente che le due persone a bordo dell’autovettura. L’uomo sul lato passeggeri è stato identificato per un cittadino italiano 36enne, pluripregiudicato per spaccio di sostanze stupefacenti, rapina, furto e truffa. Alla guida, invece, c’era una donna italiana di 47 anni incensurata. Gli investigatori hanno scoperto che la donna non era una semplice accompagnatrice e che, occultato all’interno del reggiseno, nascondeva un involucro contenente con 5 dosi di cocaina identiche a quelle cedute poco prima all’acquirente. Entrambi sono stati arrestati per spaccio e detenzione in concorso di cocaina.

Sabato 9 maggio, invece, gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato un cittadino marocchino di 20 anni per detenzione di eroina. I poliziotti avevano notato alcuni tossicodipendenti che, da Corso Lodi, si  stavano portando presso l’ex scalo ferroviario di “Scalo Romana” e avevano raggiunto una strada sterrata parallela a Viale Isonzo. Gli agenti in abiti civili si sono accodati ai tossicodipendenti che erano in attesa di acquistare le dosi fino a quando si sono trovati davanti al ragazzo marocchino che, nascosto dietro un cespuglio, stava pesando e vendendo eroina. Immediatamente fermato, nella mano sinistra, lo spacciatore aveva 28 involucri di eroina per un peso totale di circa 30 gr pronti per essere venduti. Il pusher, senza fissa dimora e irregolare sul territorio nazionale, è stato  arrestato.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...