Milano, diversi arresti per spaccio e rapina nelle ultime ore: sequestrate eroina e MDMA

Milano, la Polizia di Stato, nell’ambito dei servizi di contrasto alla criminalità diffusa, ha operato nelle ultime 48 ore a Milano diversi arresti per spaccio e reati contro il patrimonio.

Nell’ambito di un’intensificazione dei servizi di contrasto ai reati predatori nel centro città in occasione della settimana della moda, giovedì 23 settembre sono stati arrestati due cittadini algerini, M.M. di 56 anni e A.B. di 57, pluripregiudicati per reati contro il patrimonio e sottoposti all’obbligo di firma per reati contro il patrimonio; gli agenti della 6^ Sezione – Contrasto al Crimine Diffuso della Squadra Mobile li hanno incrociati nel primo pomeriggio in zona Piazza Piemonte ed hanno deciso di pedinarli perché già noti: entrambi, infatti, erano già stati arrestati ad aprile per un furto con destrezza in concorso a bordo di un mezzo pubblico.
I due stranieri sono giunti nei pressi della fermata dell’autobus 61 e sono saliti e scesi da diversi mezzi all’evidente ricerca di una vittima o della situazione a loro più favorevole, costantemente pedinati dagli agenti. Alle ore 17.30 circa sono saliti sull’ennesimo  autobus in Piazza Napoli e si sono avvicinati ad un ragazzo filippino: uno dei due ha cominciato a tastare le tasche del giubbino della vittima mentre il complice copriva i movimenti del connazionale con il proprio corpo. Dopo un cenno di intesa, hanno tentato di scendere velocemente dal mezzo. Uno è riuscito a guadagnare l’uscita mentre l’altro è stato immediatamente bloccato dal poliziotto a bordo del bus che, appena accortosi del furto, lo ha comunicato agli agenti che seguivano l’autobus a bordo di un’autovettura di servizio. Immediatamente intervenuti, hanno fermato lo straniero che stava cercando di scappare con il cellulare appena rubato al ragazzo filippino che non si era accorto di quanto gli era accaduto.

Giovedì, inoltre, gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato G.S., un cittadino italiano di 22 anni, e S.S., un cittadino marocchino irregolare sul territorio, per spaccio e detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti: durante il servizio di contrasto allo spaccio di droga in zona Navigli, i poliziotti hanno notato il giovane italiano che, fermo in strada, effettuava nervosamente delle telefonate dando l’impressione di doversi incontrare di lì a breve con qualcuno. Poco dopo è giunto un secondo ragazzo con il quale si è intrattenuto alcuni secondi e che si è allontanato dopo essersi scambiati un qualcosa. Subito controllato, i poliziotti hanno accertato che l’acquirente aveva una dose di cocaina appena acquistata. La perquisizione personale e domiciliare del pusher ha permesso di rinvenire altra cocaina oltre ad una dose di MDMA.
Poco prima, intorno alle 18, nell’ambito di un mirato servizio in località Corsico (MI), gli agenti della Squadra Mobile hanno notato la presenza di uno straniero che, con fare sospetto, girava a bordo di una bicicletta, avanti e indietro, con andatura lenta e senza una meta precisa all’interno di un parco in quel momento frequentato da numerose famiglie con bambini. Lo straniero ha dato subito l’impressione di essere in attesa di qualcuno. Quando si è seduto su una panchina, i poliziotti lo hanno controllato: aveva 7 involucri di cocaina già pronti per la vendita occultati nel marsupio e 105 euro in contanti.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

I servizi nella zona di Corsico (MI) hanno portato anche all’arresto nei giorni scorsi di G.P., 26enne cittadino italiano, notato mentre cedeva una dose di cocaina a un 42enne italiano. La perquisizione personale estesa al veicolo ha permesso di rinvenire altre 11 dosi occultate in un piccolo vano posto all’altezza del cambio. Presso l’abitazione di Buccinasco (MI), inoltre, sono stati rinvenuti e sequestrati altre 32 dosi nascoste nell’armadio, 10 grammi di sostanza da taglio e 660 euro provento dello spaccio.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...