MILANO DERAGLIA TRENO 3 MORTI E 100 FERITI

Un treno delle ferrovie Trenord è deragliato tra Pioltello e Segrate, alle porte di Milano. Il convoglio era partito da Cremona e diretto a Milano Piazza Garibaldi.

Il treno di pendolari numero 10452 proveniente da Cremona, e dall’hinterland a est del capoluogo lombardo, aveva raccolto centinaia di pendolari che abitualmente si recano nella metropoli.

Il bilancio provvisorio è di tre morti accertati, dieci feriti gravi e 100 lievi. I 10 feriti sono stati trasportati in codice rosso in diversi ospedali. Una cinquantina quelli in maniera lieve. Le tre vittime sarebbero tutte donne.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Il treno si stava apprestando a entrare nel capoluogo dove sarebbe arrivato alle 7.24. L’incidente, secondo quanto riferito, è avvenuto alle 6.57.

Le cause «Abbiamo individuato un cedimento tra vagoni ma sono ancora in corso tutti gli accertamenti per chiarire il quadro»: a parlare è il questore di Milano Marcello Cardona, arrivato sul luogo del deragliamento del treno. L’ipotesi che si sta facendo largo è che si sia trattato di un problema allo scambio.

La Procura di Milano ha aperto un’inchiesta con l’ipotesi di reato di disastro ferroviario colposo sull’incidente che si è verificato stamani a Seggiano di Pioltello, dove due vagoni di un convoglio regionale carico di pendolari sono deragliati.

Su posto, una massicciata ferroviaria a cui sono state asportate le ringhiere di cemento per permettere il passaggio dei soccorritori, si trovano decine di pendolari, infermieri, operatori delle forze dell’ordine che salgono e scendono con delle scale dei vigili del fuoco.

Il luogo peraltro non è facile da raggiungere. Più avanti, lungo i binari, i vagoni deragliati, con diverse persone incastrate. Tutto intorno si opera alacremente per raggiungerli.

Persone incastrate tra le lamiere, elicotteri avanti e indietro dagli ospedali, soccorritori in arrivo da mezza Lombardia ed Emilia-Romagna, morti e tanti, tantissimi feriti. I vigili del fuoco che  aprono le pareti del treno per intervenire.  Poliziotti, carabinieri, infermieri, medici, personale delle ambulanze accorsi a Pioltello. L’ospedale di Monza ha sospeso tutti gli interventi elettivi (quelli programmati, non urgenti) per accogliere i feriti.

La prefettura ha attivato il “Centro Coordinamento Soccorsi”. In azione ci sono polizia, carabinieri, Stradale , Polfer, vigili del Fuoco,  Areu 118, Croce rossa, Trenord e Rfi.

Sono state attivate delle linee telefoniche dedicate per i parenti dei viaggiatori che possono chiedere informazioni sulle condizioni dei parenti e sul luogo dove si trovano (02 77.584.184 e 02 77.584.892). 

Si parla già del più grave incidenti ferroviari della Lombardia.

Articolo di Lorenzo Chiaro

 

 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...