MILANO DERAGLIA TRENO 3 MORTI E 100 FERITI

408

Un treno delle ferrovie Trenord è deragliato tra Pioltello e Segrate, alle porte di Milano. Il convoglio era partito da Cremona e diretto a Milano Piazza Garibaldi.

Il treno di pendolari numero 10452 proveniente da Cremona, e dall’hinterland a est del capoluogo lombardo, aveva raccolto centinaia di pendolari che abitualmente si recano nella metropoli.

Il bilancio provvisorio è di tre morti accertati, dieci feriti gravi e 100 lievi. I 10 feriti sono stati trasportati in codice rosso in diversi ospedali. Una cinquantina quelli in maniera lieve. Le tre vittime sarebbero tutte donne.

Il treno si stava apprestando a entrare nel capoluogo dove sarebbe arrivato alle 7.24. L’incidente, secondo quanto riferito, è avvenuto alle 6.57.

Le cause «Abbiamo individuato un cedimento tra vagoni ma sono ancora in corso tutti gli accertamenti per chiarire il quadro»: a parlare è il questore di Milano Marcello Cardona, arrivato sul luogo del deragliamento del treno. L’ipotesi che si sta facendo largo è che si sia trattato di un problema allo scambio.

La Procura di Milano ha aperto un’inchiesta con l’ipotesi di reato di disastro ferroviario colposo sull’incidente che si è verificato stamani a Seggiano di Pioltello, dove due vagoni di un convoglio regionale carico di pendolari sono deragliati.

Su posto, una massicciata ferroviaria a cui sono state asportate le ringhiere di cemento per permettere il passaggio dei soccorritori, si trovano decine di pendolari, infermieri, operatori delle forze dell’ordine che salgono e scendono con delle scale dei vigili del fuoco.

Il luogo peraltro non è facile da raggiungere. Più avanti, lungo i binari, i vagoni deragliati, con diverse persone incastrate. Tutto intorno si opera alacremente per raggiungerli.

Persone incastrate tra le lamiere, elicotteri avanti e indietro dagli ospedali, soccorritori in arrivo da mezza Lombardia ed Emilia-Romagna, morti e tanti, tantissimi feriti. I vigili del fuoco che  aprono le pareti del treno per intervenire.  Poliziotti, carabinieri, infermieri, medici, personale delle ambulanze accorsi a Pioltello. L’ospedale di Monza ha sospeso tutti gli interventi elettivi (quelli programmati, non urgenti) per accogliere i feriti.

La prefettura ha attivato il “Centro Coordinamento Soccorsi”. In azione ci sono polizia, carabinieri, Stradale , Polfer, vigili del Fuoco,  Areu 118, Croce rossa, Trenord e Rfi.

Sono state attivate delle linee telefoniche dedicate per i parenti dei viaggiatori che possono chiedere informazioni sulle condizioni dei parenti e sul luogo dove si trovano (02 77.584.184 e 02 77.584.892). 

Si parla già del più grave incidenti ferroviari della Lombardia.

Articolo di Lorenzo Chiaro

 

 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...