Milano, controllo degli esercizi pubblici, sanzioni per 11mila euro

Milano, martedì 10 novembre 2020, alle ore 20:00 circa, in Cinisello Balsamo, si è concluso un servizio coordinato di controllo del territorio, disposto dal Comando Compagnia Carabinieri di Sesto San Giovanni, mirato al controllo degli esercizi pubblici, anche in relazione all’emergenza sanitaria Covid-19 ed al contrasto del lavoro sommerso. In tale quadro, unitamente ai militari della Stazione Carabinieri di Cinisello Balsamo e Cusano Milanino, è stato impiegato personale del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Milano e del Nucleo Operativo Gruppo Carabinieri per la Tutela Lavoro di Milano.

I militari hanno proceduto al controllo di svariate attività commerciali, prevalentemente adibite alla vendita al dettaglio di alimentari; in particolare, presso una ditta di Cinisello Balsamo, prettamente dedita al commercio di carni, prodotti ittici e conserve, i militari riscontavano:

Ø due lavoratori in nero, senza la preventiva comunicazione d’instaurazione del rapporto lavoro, fatto sanzionato con ammenda pari ad euro 7.200;

Ø l’occupazione irregolare di due lavoratori, sui sette presenti, fatto sanzionato con ammenda pari ad euro 2.000 e con la sospensione dell’attività imprenditoriale;

Ø la mancata rintracciabilità degli alimenti proposti al pubblico, sottoponendo a sequestro amministrativo 500 chili di carne bovina e suina, nonché 250 chili di prodotti ittici;

Ø una carenza igienico sanitaria della struttura, fatto sanzionato con ammenda pari ad euro 1.000;

Ø l’assenza della SCIA, per cui è stata emessa diffida a prosecuzione attività commerciale;

Ø la mancata esposizione dei prezzi di vendita al dettaglio della merce esposta al pubblico, fatto sanzionato con ammenda pari ad euro 1.032.

All’esito del controllo, che impegnato i militari dell’Arma della Provincia di Milano per tutto il pomeriggio, sono state deferite in stato libertà, alla Procura della Repubblica di Monza:

Ø un italiano classe 1974, in qualità di titolare dell’esercizio commerciale, che non era presente in loco, già con precedenti specifici in materia, poiché aveva impiegato in nero dei lavoratori irregolari sul territorio nazionale;

Ø due cittadini stranieri, nati in Marocco, entrambi classe 1992 e domiciliati in Italia, poiché risultati irregolari sul territorio nazionale, che, al termine delle attività di foto-segnalamento e prelievo delle impronte da parte del personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Sesto San Giovanni, sono stati invitati a recarsi presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Milano per regolarizzare la propria posizione.

I controlli, con l’ausilio di personale militare specializzato, proseguiranno su tutto il territorio della Compagnia Carabinieri di Sesto San Giovanni, soprattutto durante l’intero periodo emergenziale, dettato dalle norme a tutela della salute per il contrasto alla diffusione del virus Covid-19, a tutela dei cittadini.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...