Milano, calci e pugni ai passanti mentre gira a caso per la città

Domenica scorsa a Milano, in Piazza Carbonari, la Polizia di Stato ha eseguito un fermo di indiziato di delitto nei confronti di un 48enne italiano, ritenuto responsabile del reato di lesioni aggravate.

Le indagini, condotte dai poliziotti del Commissariato “Greco-Turro”, hanno avuto origine dalla denuncia di una cittadina italiana 50enne che nelle prime ore di sabato 18 gennaio, mentre passeggiava col proprio cane in via Lepanto, è stata avvicinata dal 48enne che, senza motivo, le ha sferrato un pugno in volto provocandole fratture per una prognosi di 41 giorni.

Gli agenti, dopo aver raccolto le descrizioni della vittima e consultato le banche dati a loro disposizione, sono riusciti a risalire ad una serie di denunce sporte tra il 2016 e i primi mesi del 2020, nelle quali hanno ravvisato il medesimo modus operandi dell’aggressore della 50enne. L’attività investigativa dei poliziotti di Greco Turro si è espletata poi in ricerche del soggetto con l’impiego di equipaggi nelle zone dove l’aggressore era solito colpire.

Nel primo pomeriggio di domenica 19 gennaio, gli agenti della volante del Commissariato hanno individuato il soggetto nei pressi di Piazza Carbonari all’angolo con via Timavo. Il 48enne alla vista dei poliziotti ha da subito tentato la fuga, per poi reagire con calci nei confronti degli agenti che poco dopo sono riusciti a bloccarlo, provocando loro contusioni.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...