MILANO, BLITZ CONGIUNTO DELLE FORZE DELL’ORDINE NEL “BOSCHETTO DELLA DROGA” A ROGOREDO

453

Nuovo blitz delle forze dell’ordine, questa mattina, a Rogoredo nel cosiddetto «boschetto della droga» , a Milano. L’ormai triste e noto “boschetto” ritrovo abituale di tossicodipendenti, dove questa mattina è scattata un’operazione congiunta di carabinieri e Polizia locale con la partecipazione di un sessantina di componenti delle forze dell’ordine, cani antidroga e un elicottero dell’Arma.

Si è trattato di «un intervento massiccio che si affianca a quelli che Amsa sta realizzando per pulizie straordinarie nell’area della stazione FS e della Metropolitana», ha commentato la vice sindaco e assessore alla Sicurezza del Comune di Milano, Anna Scavuzzo.

Nell’operazione 52 le persone controllate, di cui una è stata denunciata per inosservanza del divieto di permanenza sul territorio nazionale. Sono anche state abbattute 10 baracche costruite abusivamente.

L’area del boschetto di Rogoredo da tempo è popolata da centinaia di tossicodipendenti, uomini e donne, adulti e adolescenti, con cani al guinzaglio, che di continuo si ritrovano e si trovano nei sentieri per comprare eroina e cocaina, si formano poi a gruppetti nelle poche zone d’ombra, per drogarsi e bucarsi e per fumare.

Qualche mese fa le Ferrovie hanno iniziato ad alzare muri di mattoni lungo i binari dell’Alta velocità alla fine della spianata deserta di via Orwell, sotto le rampe della tangenziale. Ma, dopo la costruzione delle barriere sono tornati sulla vecchia collinetta di via Sant’Arialdo.

Inoltre, sono state tagliate molte piante ed è stato alzato anche un terrapieno a distanza dalla ferrovia, togliendo vie di fuga e possibilità di vendita agli spacciatori.  In questo periodo però lo spaccio stava riprendendo. 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...