fbpx

Maxioperazione antidroga a Tor Bella Monaca, colpo ai vertici dello spaccio: 27 misure cautelari

Piazze di spaccio con introiti illeciti pari a 250mila euro al mese

Maxioperazione antidroga a Tor Bella Monaca, colpo ai vertici dello spaccio: 27 misure cautelari.

Il gip di Roma ha emesso 27 misure cautelari (24 in carcere e 3 ai domiciliari) nell’ambito dell’indagine della Dda che ha portato ad una maxioperazione antidroga a Tor Bella Monaca di Carabinieri e Polizia, nelle piazze di spaccio della zona di viale dell’Archeologia.

Nei confronti degli indagati, i pm di piazzale Clodio, coordinati dal procuratore Francesco Lo Voi e dall’aggiunto Ilaria Calò, contestano, a vario titolo, i reati di associazione a delinquere finalizzata al narcotraffico, detenzione e cessione di sostanze stupefacenti, ricettazione, tentato omicidio aggravato dal metodo mafioso e lesioni aggravate (sempre dal metodo mafioso).

tor bella monaca

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

L’esecuzione delle misure è stata effettuata dagli agenti della Squadra Mobile e dai militari dell’Arma del Nucleo investigativo di Frascati. Questi ultimi hanno effettuato le indagini in relazione al tentato omicidio ai danni due cittadini egiziani dell’8 settembre del 2021.

Il procedimento della Dda, partito nel 2017, ha consentito di ricostruire l’esistenza di un sodalizio criminale attivo nella zona nota come “Le Palme”, capeggiata da Vincenzo Vallante con la collaborazione di Pietro Longo.

La maxioperazione antidroga ha permesso di effettuare più di 30 arresti in flagranza di reato, con il sequestro di 1300 dosi di droga. Dalla contabilità sequestrata è stato documentato che la piazza di spaccio delle Palme, attiva 24 ore al giorno, riusciva a generare introiti illeciti pari a 250 mila euro al mese.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×