Marano, operai di un cantiere demolivano delle lastre di amianto senza alcuna protezione

Il cantiere stava lavorando per la demolizione di un vecchio manufatto, ma è stato sequestrato per l'errata gestione di rifiuti speciali pericolosi

Marano, operai di un cantiere demolivano delle lastre di amianto senza alcuna protezione.

Agenti del Reparto Tutela Ambientale della Polizia Locale di Napoli sono intervenuti presso un cantiere di circa 5000 mq., su segnalazione dell’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale in Campania.
In seguito al controllo gli Agenti hanno accertato che erano in corso lavori di demolizione di un vecchio manufatto per la costruzione di una struttura da adibire a distribuzione commerciale di alimenti. Con la consulenza dei tecnici ARPAC è stata riscontrata la presenza di lastre di amianto che gli operai stavano demolendo manualmente senza alcuna protezione individuale.
Il cantiere veniva, pertanto, sottoposto a sequestro penale ed affidato al direttore dei lavori ed il titolare del cantiere veniva denunciato all’Autorità Giudiziaria per il reato di gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi.
Da ulteriori indagini è emerso che il materiale precedentemente rimosso era stato trasportato per lo smaltimento in una cava nel Comune di Marano dove è stato effettuato un sopralluogo finalizzato all’accertamento della presenza di amianto.

 

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...