Mantova, schiamazzi e urla durante una festa attirano la Polizia che sanziona tutti di 400 euro per assenza di protezione anticovid

Mantova, Nella serata di ieri giungeva una chiamata alla Centrale Operativa della Questura con la quale un cittadino segnalava la presenza di numerose persone che stavano festeggiando, con musica ad alto volume, in un appartamento del Centro storico, disturbando i vicini di casa e gli altri residenti nel condominio.
Gli Agenti della Squadra “Volante” giungevano immediatamente sul luogo dell’intervento, nei pressi di via Principe Amedeo, e facevano il loro ingresso nel condominio segnalato, notando, già nell’androne d’ingresso, schiamazzi ad alta voce e musica ad alto volume provenienti dall’interno dell’edificio.
I poliziotti, pertanto, dopo aver individuato l’appartamento dove si stava effettuando la festa, suonavano numerose volte il campanello dell’appartamento, posto al secondo piano dell’edificio, in un primo momento senza ottenere risposta; quindi, dopo svariati minuti e vari tentativi di farsi sentire dagli occupanti, riuscivano a farsi aprire la porta dal figlio 18enne del proprietario dell’abitazione, ed a farsi accogliere all’interno.
Dopo aver constatato quanto stava accadendo nell’appartamento ed aver identificato l’organizzatore della festa, gli Agenti di Polizia identificavano altri 11 giovani, di età compresa tra i 17 e 27 anni, alcuni residenti nella nostra Città ed altri in alcuni Comuni dell’hinterland del Capoluogo, tutti intenti ad ascoltare musica ad altissimo volume, senza indossare alcun dispositivo di protezione e senza rispettare in alcun modo il distanziamento interpersonale.
In considerazione della evidente e comprovata situazione di disturbo della quiete pubblica, nonché del palese, mancato rispetto delle misure imposte dalle più recenti norme governative emanate allo scopo di prevenire la diffusione della pandemia da Covid-19, e, in particolare, nel caso specifico, del divieto di assembramenti e di spostamenti non giustificati, disposte con Ordinanza dal Questore della Provincia di Mantova Paolo SARTORI indirizzata a tutte le Forze di Polizia, costoro, non potendo dimostrare di aver avuto alcuna valida giustificazione in relazione a quanto stava accadendo in quella abitazione, venivano tutti sanzionati con l’ammenda di 400 Euro ciascuno.
Ancora una volta il Questore Sartori coglie l’occasione per ribadire l’importanza del rispetto delle normative vigenti, nella consapevolezza che solo in questo modo – oltre ad evitare di essere sanzionati – sarà possibile limitare il diffondersi dei contagi.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...