Mantova, revocati 49 permessi di soggiorno dopo i controlli di sicurezza

Mantova, La prevenzione e la repressione delle varie forme di quei fenomeni delinquenziali e degli episodi di degrado che si manifestano solitamente in alcune specifiche aree del contesto urbano cittadino e dei Comuni limitrofi – ed, in particolare, lo spaccio di sostanze stupefacenti, i reati contro il patrimonio (soprattutto furti in appartamento ed in esercizi commerciali), così come quelli collegati allo sfruttamento della prostituzione – rappresentano un obiettivo primario per il mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica.

Ed è proprio in quest’ottica, pertanto, che nei giorni scorsi sono state effettuate operazioni di controllo straordinario del territorio, disposte dal Questore della Provincia di Mantova Paolo SARTORI e terminate questa mattina, allo scopo di contrastare in maniera adeguata i reati che destano maggiore allarme sociale e di aumentare, al contempo, la presenza e la visibilità delle Forze di Polizia sul territorio, rendendo più immediata, in questo delicato periodo che si sta affrontando, la percezione di sicurezza da parte dei cittadini. 

Nel corso di queste attività operative di Polizia – realizzate con l’impiego di personale della Questura, del Reparto Prevenzione del Crimine della Polizia di Stato di Reggio Emilia, della Polizia Locale di Mantova, della Polizia Stradale e della Polizia Ferroviaria – controlli specifici sono stati effettuati nelle aree del Centro storico del Comune di Mantova, nella prima periferia e nei Comuni limitrofi, con particolare attenzione ai Giardini “Viola” – Lungorio, in Piazza Cavallotti, ai giardini “Nuvolari”, ai giardini di viale Piave, in Piazza Don Leoni, nel quartiere Lunetta, nel quartiere Cittadella e nel quartiere Borgo Angeli, nonché in diverse aree di Borgo Virgilio, San Giorgio e Porto Mantovano.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

 Speciale attenzione è stata riservata, nel corso dei predetti servizi, a quelle zone ove solitamente si registra la presenza di soggetti dediti a furti in esercizi commerciali e su auto in sosta, così come a quelle segnalate per essere luogo di attività di spaccio di stupefacenti

Complessivamente – anche nel corso dei 17 Posti di Controllo effettuati lungo le arterie che conducono in Città – sono stati controllati 12 Esercizi Commerciali, 237 autoveicoli e 343 persone, di cui 94 con precedenti penali e/o di Polizia

In questa fase delle attività operative, il Questore Sartori ha quindi adottato i seguenti Provvedimenti:

  • 4 Espulsioni dal territorio nazionale nei confronti di cittadini extracomunitari non più in possesso dei requisiti richiesti per risiedere in Italia;
  • 49 Revoche di Permesso di Soggiorno nei confronti di cittadini extracomunitari di varie nazionalità, resisi responsabili di attività delittuose non compatibili con i requisiti richiesti per detenere un titolo di permanenza sul nostro Territorio Nazionale. Costoro avranno 14 giorni per lasciare l’Italia, ed in caso contrario diverranno irregolari a tutti gli effetti;
  • 13   Avvisi OraliMisura di Prevenzione Personale prevista dal Codice delle Leggi Antimafianei confronti di pluripregiudicati sorpresi in atteggiamenti e luoghi sospetti, in relazione ai quali si ha fondato motivo di ritenere che vivano con i proventi dei reati commessi;
  • 17 Fogli di Via Obbligatori  – Misura di Prevenzione Personale prevista dal Codice delle Leggi Antimafiaa carico di altrettanti cittadini italiani gravati da precedenti penali e di Polizia, residenti in Comuni di altra Provincia e senza alcun titolo per permanere sul nostro territorio. 

 

“Queste operazioni straordinarie di controllo del territorio sono finalizzate ad evitare che talune aree urbane possano divenire luoghi di degrado e di ritrovo abituale di individui dediti alla commissione di reati, e che possano radicarsi sul nostro territorio soggetti pregiudicati, spesso privi del necessario titolo per soggiornare nel nostro Paese, i quali, con i loro comportamenti, destano particolare allarme sociale e compromettono la civile convivenza. E’ assai importante – ha evidenziato il Questore Sartori – mantenere il più elevato possibile il livello di legalità nella nostra Provincia, facendo percepire alla cittadinanza la nostra vicinanza ai problemi ed alle esigenze da essa ritenuti imprescindibili”.

 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...