Mantova, minorenni interrompono il servizio e sputano sull’autista del bus: ragazza lo accusa di molestie ma, smentita da un testimone, viene denunciata per calunnia

Mantova, nel tardo pomeriggio di sabato scorso una ragazzina 17enne ha richiesto l’intervento di una pattuglia della Squadra “Volante” della Questura nel Centro di Mantova perché, a suo dire, il conducente dell’autobus dell’APAM sul quale viaggiava in compagnia di alcuni suoi amici, una volta giunti a destinazione, il conducente le avrebbe toccato il deliberatamente il fondoschiena dopo averla richiamata poiché aveva i piedi appoggiati sul sedile di fronte a sé.

Gli Agenti di Polizia, giunti immediatamente sul luogo dell’intervento – Piazza Don Leoni, presso la Stazione Ferroviaria – raccoglievano le dichiarazioni della ragazza, la quale confermava la versione dei fatti fornita alla Centrale Operativa della Questura al momento della richiesta di intervento.
Tale versione dei fatti veniva però categoricamente smentita dall’autista dell’autobus.
L’uomo, infatti, dichiarava agli Agenti intervenuti che durante tutto il tragitto la giovane ed i suoi 7 amici coetanei – quasi tutti con precedenti penali e/o di Polizia per reati gravi quali percosse, minacce, lesioni ed altro – avrebbero tenuto un comportamento alquanto scorretto, irrispettoso e maleducato nei confronti suoi e degli altri passeggeri. Pertanto, dopo averli richiamati ad un atteggiamento più consono e rispettoso delle regole, in considerazione anche della presenza di altri passeggeri a bordo, i ragazzi, anziché tranquillizzarsi, avrebbero cominciato ad offenderlo pesantemente con vari insulti e minacce, ed uno di loro lo avrebbe anche fatto bersaglio di sputa. Una volta l’autobus giunto a destinazione, di fronte alla Stazione ferroviaria, il gruppetto avrebbe inoltre bloccato per alcuni attimi la discesa dei passeggeri.
Tale versione veniva successivamente confermata agli Agenti da uno dei passeggeri presenti sull’autobus che avrebbe assistito a tutta la scena.
Alla luce dell’esito degli ulteriori accertamenti esperiti circa la dinamica di quanto accaduto, l’Ufficio Prevenzione Generale della Questura ha provveduto a denunciare alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Brescia la giovane 17enne per il reato di Calunnia, segnalando altresì la vicenda ai Servizi Sociali competenti per vicende di questo genere.
I restanti giovani, invece, sono stati denunciati sempre alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Brescia per il reato di interruzione di pubblico servizio.
Il conducente dell’Autobus si è riservato di sporgere formale Querela per gli insulti e le sputa ricevute e, più in generale, per il comportamento incivile tenuto nei suoi confronti da tutti i soggetti coinvolti.

 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...