Mantova, lite in un locale, identificati i responsabili

Mantova, Nella serata del 6 ottobre gli Agenti della Squadra Volante sono dovuti intervenire per una violenta lite scoppiata tra diversi avventori di un noto locale del centro di Mantova.
La Volante, giunta immediatamente sul posto dopo una segnalazione alla Centrale Operativa della Questura, procedeva alla verifica di quanto accaduto, ricostruendo per intero la dinamica dei fatti e provvedendo ad identificare tutti i responsabili.

Il diverbio, scaturito per futili motivi, vedeva coinvolti 5 individui, di cui 3 con numerosi precedenti penali; in particolare tale B. G. sessantaduenne con precedenti per porto abusivo di armi, lesioni, associazione a delinquere, violenza privata, spaccio di stupefacenti, minaccia, estorsione, rapina e associazione di tipo mafioso; Z. C. 29enne mantovana con precedenti per furto aggravato, violenza e resistenza a P. U., danneggiamento e spaccio di stupefacenti; ed infine F. C. 57enne con numerosi precedenti penali e di polizia per truffa, ricettazione, rapina, minaccia, estorsione, lesioni personali, percosse, sequestro di persona, violenza sessuale, porto abusivo di armi, stupefacenti ed infine un Avviso Orale emesso nel mese di marzo u.s. dal Questore della Provincia di Mantova Paolo Sartori.

Proprio F. C., durante le operazioni di identificazione da parte degli Agenti della Volante, si rifiutava ripetutamente di indicare la propria identità personale, motivo per il quale veniva accompagnato presso gli Uffici della Questura ove una volta identificato, veniva denunciato all’Autorità Giudiziaria per il rifiuto di fornire le proprie generalità.
Il Questore, alla luce dei fatti sopra esposti e dei precedenti penali che ciascuno dei protagonisti può vantare nel proprio curriculum criminale, ha disposto, nei confronti di B. G. e Z. C. l’applicazione della misura di Prevenzione personale dell’Avviso Orale.
Nei confronti di F. C., invece, in considerazione dei numerosi e gravi precedenti penali e dalla particolare indole delinquenziale mostrata anche in questa occasione, il Questore Paolo Sartori ha disposto la richiesta dell’applicazione della Sorveglianza Speciale al Tribunale Distrettuale di Brescia.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...