Mantova, falsi tecnici della TEA tentano truffe a persone anziane

Mantova, nella primo pomeriggio di ieri una signora anziana residente nel Centro cittadino è stata vittima di una tentata truffa messa in atto da un individuo, a lei sconosciuto, presentatosi per la pulizia del sistema fognario della propria abitazione. Il soggetto era stato contattato dal figlio della signora il quale, facendo una ricerca su internet, aveva notato un annuncio della TEA – poi rivelatosi falso – che metteva a disposizione tecnici specializzati nello spurgo delle fognature.

Il soggetto, giunto nei pressi della casa della anziana a bordo di una vettura utilitaria e non con un mezzo specializzato, indossava un giubbino ad alta visibilità senza indicazioni di alcuna azienda. Dopo aver preso contatti con la padrona di casa costui – senza alcun attrezzo specializzato al seguito, e senza alcun mezzo adatto ad aspirare il liquame ed a trasportarlo – fingeva di iniziare a lavorare sul tombino delle fognature; nel momento in cui la signora gli chiedeva spiegazioni su cosa stesse  facendo, il finto tecnico della TEA, fingendo complicazioni, riferiva che il costo dell’intervento ammontava a 700 Euro.

Allarmata dalla esosità della cifra richiesta la donna iniziava un’accesa discussione per trattare sul prezzo; a quel punto l’individuo, simulando  una telefonata con dirigente, abbassava la cifra dell’intervento a 500 euro. Durante le trattative in corso tra i due il figlio della vittima – in quel momento all’interno dell’abitazione – usciva e chiedeva all’uomo, dapprima, di esibire un tesserino di riconoscimento della azienda per la quale lavorava e, successivamente, di dargli una spiegazione su quanto stava accadendo.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

A questo punto lo sconosciuto, messo alle strette dalle richieste del figlio della vittima, iniziava ad accampare scuse pretendendo, comunque, il pagamento  di una parcella di 100 Euro per la sola uscita in intervento. L’uomo, pertanto, anche per salvaguardare la l’incolumità della madre – in preda ad un forte stato di agitazione per quanto stava accadendo – si vedeva costretto ad allontanare in maniera decisa il truffatore dalla propria abitazione ed a chiamare immediatamente la Centrale Operativa della Questura per denunciare l’episodio.  

Gli Agenti dell’ Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Mantova – che stanno ora verificando la dinamica dell’accaduto per poter poi precedere penalmente nei confronti del truffatoreinvitano i cittadini a prestare particolare attenzione a questo tipo di annunci, segnalando tempestivamente ogni situazione sospetta alla Polizia.  


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...