Mantova, denunciate due donne pluripregiudicate

Mantova, Gli Investigatori della Squadra Mobile ed i Poliziotti di Quartiere della Questura, nel corso delle indagini focalizzate su vari episodi di reato contro il patrimonio che hanno interessato il nostro territorio, durante la visione dei filmati relativi ad alcuni furti avvenuti nei mesi scorsi in vari Esercizi commerciali della Provincia di Mantova, hanno individuato, quali autrici di uno di questi reati, due donne – tali G.A., 34enne, e F.M. 28enne, entrambe pluripregiudicate e residenti nel Capoluogo – che, nello scorso mese di luglio, si erano rese responsabili del furto di un generatore di corrente di ingente valore sottratto dagli scaffali del “BRICOCENTER” che si trova presso il Centro Commerciale “LA FAVORITA” di Mantova.
Costoro, infatti, ignare di essere state riprese durante la loro azione criminale dal sistema di videosorveglianza interno del negozio, riuscivano, comunque, a portare al termine il furto, uscendo dalle casse senza pagare l’articolo rubato che avevano abilmente occultato.
Il Direttore dell’Esercizio commerciale, accortosi dell’ammanco, presentava denuncia negli Uffici della Questura e consegnava, altresì, i filmati delle telecamere che avevano ripreso le due donne durante la loro impresa delittuosa.
La visione dei filmati da parte degli Agenti di Polizia ha permesso di identificare – senza ombra di dubbio – le due donne, già ampiamente note alle Forze dell’Ordine per il loro nutrito e tutt’altro che invidiabile curriculum criminale.
Costoro, pertanto, sono state denunciate dalla Squadra Mobile alla Procura della Repubblica di Mantova per il reato di furto aggravato commesso in concorso tra loro.
Il Questore della Provincia di Mantova Paolo Sartori, pertanto, in considerazione dei loro numerosi e gravi precedenti penali, ha dato disposizioni alla Divisione Anticrimine della Questura di avviare in via d’urgenza il procedimento per l’applicazione a carico delle due donne di Misure di Prevenzione Personali, che verranno disposte parallelamente al Procedimento Penale al quale costoro verranno sottoposte dalla competente Autorità Giudiziaria.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...