Mantova, controlli straordinari alle fermate e su autobus

Mantova, E’ terminata questa mattina una serie di Operazioni di controllo straordinario del territorio disposta dal Questore della Provincia di Mantova Paolo SARTORI al fine di prevenire tutte quelle forme di criminalità comune che maggiormente affliggono il contesto urbano, in particolare i reati contro il patrimonio e lo spaccio di sostanze stupefacenti, nonché quelle forme di conflittualità che talvolta sfociano in reati violenti commessi in luoghi pubblici.
Controlli specifici, inoltre, sono stati attuati agli ingressi di Istituti Scolastici e nei pressi delle fermate di Autobus di Linea maggiormente utilizzate dagli studenti.
Questi controlli, in particolare – che rientrano nelle iniziative preordinate nell’ambito del Protocollo di collaborazione siglato dalla Questura di Mantova e dall’APAM – hanno lo scopo di monitorare i luoghi di aggregazione dei giovani studenti ed evitare che soggetti dediti ad attività criminali possano avvicinarli e coinvolgerli in situazioni di pericolo, mettendo a repentaglio la loro salute e l’incolumità propria e di altri, prevenendo, altresì, il pericolo di assembramenti.
Nel corso delle varie fasi dell’operazione di Polizia – effettuate con l’impiego giornaliero di oltre 40 uomini appartenenti alla Questura, alla Guardia di Finanza al Reparto Prevenzione del Crimine della Polizia di Stato, alla Polizia Stradale ed alla Polizia Locale di Mantova – controlli specifici si sono concentrati prevalentemente in Piazza Don Leoni, nei pressi della Stazione Ferroviaria, in piazza Cavallotti, Viale Risorgimento e quindi nei quartieri di Cittadella, Lunetta e Valletta Valsecchi; come si è detto, speciale attenzione è stata riservata, nel corso dei predetti servizi, a quelle zone ove si registra la presenza di soggetti dediti a furti in abitazione e borseggi, così come a quelle segnalate per la presenza di attività di spaccio di stupefacenti.
In alcuni casi, su richiesta del Personale APAM, si è intervenuti a bordo di autobus per identificare individui che creavano problemi alla corretta funzionalità del servizio di trasporto pubblico. In particolare:
in Piazza Don Leoni si forniva ausilio a personale APAM per l’identificazione di tre cittadini nigeriani sprovvisti di titolo di viaggio, successivamente sanzionati;
una pattuglia della Squadra “Volanti” procedeva all’identificazione di un cittadino della Costa d’avorio che, privo del biglietto, rifiutava di fornire i propri documenti al controllore APAM presso la fermata di Corso Vittorio Emanuele: anche in questo caso, il cittadino extracomunitario veniva sanzionato;
nella mattinata di domenica scorsa, quindi, gli Agenti della “Volante” intervenivano in Corso della Libertà per un passeggero che disturbava all’interno del pullman; il soggetto, di origini straniere ma residente da anni nella nostra Città, pluripregiudicato, una volta identificato veniva allontanato e, pertanto, l’autobus poteva riprendere il suo servizio;
nella giornata di martedì scorso gli uomini della “Volante” procedevano all’identificazione di una passeggera di origini nigeriane che, a bordo del pullman, si era rifiutata di esibire i documenti ai controllori dell’APAM. La donna, sprovvista di documenti, dopo essere stata sanzionata, veniva accompagnata dagli Agenti negli Uffici della Questura al fine di accertare la sua reale identità personale e, quindi, per verificarne la sua posizione sul territorio nazionale.
Nei confronti di tutti questi soggetti, su disposizione del Questore Sartori l’Ufficio Immigrazione ha immediatamente provveduto ad avviare le procedure finalizzate alla loro Espulsione dal Territorio Nazionale.
Con l’intervento anche del “Poliziotto di Quartiere”, nello scorso fine settimana venivano altresì svolti mirati servizi presso le fermate APAM di Piazza Sordello, Viale Risorgimento, piazza Cavallotti e Lunetta, che hanno portato alla identificazione di 24 passeggeri, di cui 7 con precedenti penali per reati di varia natura, in particolare interruzione di pubblico servizio, furto aggravato, invasione di edifici e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.
Un 31enne con precedenti penali, inoltre, è stato sanzionato per ubriachezza molesta, essendo stato sorpreso nel Centro cittadino in condizioni psico-fisiche fortemente alterate dall’abuso di sostanze alcooliche, tanto da non essere in grado di reggersi in piedi.
Complessivamente – anche durante l’effettuazione dei 21 Posti di Controllo predisposti lungo le arterie che conducono in Città – sono stati controllati 407 persone (di cui 106 con precedenti penali e/o di Polizia), 287 autoveicoli e 18 Esercizi Commerciali.
Al termine delle attività operative, il Questore Sartori ha quindi adottato i seguenti Provvedimenti:
15 Fogli di Via Obbligatori a carico di altrettante persone gravate da precedenti penali e di polizia, residenti in Comuni di altra Provincia e senza alcun titolo per permanere sul nostro territorio;
13 Avvisi Orali nei confronti di altrettanti pluripregiudicati sorpresi in atteggiamenti e luoghi sospetti, in relazione ai quali si ha fondato motivo di ritenere che costoro vivano con i proventi dei reati commessi.

I controlli effettuati da personale della Questura ed operatori dell’APAM presso le fermate ed a bordo di linee che, in passato, hanno registrato problematiche di ordine e sicurezza pubblica hanno lo scopo, in particolare, di garantire la sicurezza dei trasporti e degli utenti, di verificare l’identità dei passeggeri connotati da situazioni e atteggiamenti sospetti nonché sanzionare eventuali comportamenti illeciti e situazioni di irregolarità, in primis il rispetto delle disposizioni governative in materia di contenimento della diffusione della pandemia da COVID-19 – ha evidenziato il Questore Paolo Sartori –. La collaborazione con APAM, pertanto, rappresenta una importante sinergia finalizzata, inoltre, a prevenire e reprimere atti vandalici e forme di illegalità che in tale contesto possono essere poste in essere approfittando della distrazione di chi viaggia”.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...