fbpx
CAMBIA LINGUA

Maltrattamenti alla madre, atti persecutori alla Ex e reati ambientali: denunciata una persona in stato di libertà ed eseguite due misure cautelari personali.

Diverse le attività di contrasto ai fenomeni criminali che continuano nel territorio di Ragusa.

Maltrattamenti alla madre, atti persecutori alla Ex e reati ambientali: denunciata una persona in stato di libertà ed eseguite due misure cautelari personali.

Ragusa. Prosegue l’attività di contrasto ai fenomeni criminali in materia ambientale ed in ambito familiare da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Ragusa. Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Compagnia di Vittoria, hanno svolto attività di polizia giudiziaria ed esecuzioni di ordinanze emesse dall’Autorità Giudiziaria, in particolare:

A Comiso, i militari della locale Stazione hanno dato esecuzione ad una Ordinanza di applicazione di misura cautelare degli arresti domiciliari in istituto di cura, emessa dal Tribunale Ordinario di Ragusa, nei confronti di B.R., giovane vittoriese di 31 anni, per reati in ambito familiare ed in particolare per maltrattamenti contro la madre. I Carabinieri, dopo aver raccolto la denuncia della vittima, hanno dato impulso ad attività di polizia giudiziaria che ha permesso di riscostruire la condotta di B.R. che è stata valutata dall’Autorità Giudiziaria, meritevole di essere contenuta con la misura restrittiva applicatagli.

Sempre a Comiso, i Carabinieri della locale Stazione hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere nei confronti di F.R., tunisino cl.91, già sottoposto alla misura cautelare dell’avvicinamento per atti persecutori in danno della ex-moglie. I Carabinieri, nell’espletamento dei servizi d’istituto, hanno potuto documentare varie violazioni delle prescrizioni imposte dal divieto di avvicinamento ed informato costantemente l’A.G. che ha ritenuto necessario il collocamento del F.R. all’interno dell’istituto carcerario.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

A Scoglitti, frazione del Comune di Vittoria, i militari della Stazione durante l’espletamento di un servizio di controllo del territorio, hanno operato un controllo di un autocarro in transito. Da verifiche esperite sul posto i militari hanno identificato il conducente in S.L., originario di Gela cl.83, apprendendo che detto veicolo era impiegato per l’illecito trasporto di rifiuti ed in particolare 600 kg. di materiale plastico. Dopo aver posto sotto sequestro i rifiuti affidandoli ad una ditta specializzata, i Carabinieri hanno deferito in stato di libertà S.L. all’Autorità Giudiziaria per il reato di illecito trasporto di rifiuti.

caserma

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×