Lugo di Romagna, prima li tamponano, poi li aggrediscono con la targa dell’auto

Denunciato il presunto picchiatore di una coppia di coniugi

 

Lugo di Romagna (Ravenna), prima li tamponano, poi li aggrediscono con la targa dell’auto.

La Polizia di Stato ha indagato in stato di libertà un 43enne cittadino straniero, per i reati di violenza privata e percosse.
Nella tarda serata del 26 dicembre scorso in seguito a una richiesta di aiuto pervenuta sulla linea del numero unico di emergenza 112, una Volante del Commissariato di Lugo è intervenuta in una strada periferica di quel centro.
I poliziotti hanno immediatamente raggiunto il luogo segnalato ove hanno trovato ad attenderli una famiglia di tre persone, i cui coniugi si trovavano in un evidente stato di agitazione.
La coppia ha raccontato agli agenti cosa fosse loro accaduto pochi istanti prima: mentre si trovavano a viaggiare con la propria auto, giunti in prossimità di un incrocio stradale, venivano tamponati da una autovettura con due persone a bordo. Dopo l’incidente, che non ha provocato feriti, nel momento in cui le parti offese e il conducente dell’altro veicolo stavano cercando un accordo per definire la questione, venivano raggiunti dal passeggero. Quest’ultimo dopo aver proferito frasi ingiuriose nei confronti della donna, raccoglieva da terra la targa dell’auto che si era distaccata nell’urto e la utilizzava per percuotere marito e moglie, colpendoli al volto e al corpo. Dopo l’azione criminosa le vittime risalivano a bordo della propria auto e si allontanavano dal luogo dell’incidente.
Le indagini compiute dai poliziotti del Commissariato di Lugo hanno portato all’identificazione dei due uomini.

Il presunto aggressore è risultato essere un cittadino straniero di 43 anni, noto alle forze dell’ordine e residente in una provincia del nord, il quale al momento della sua identificazione aveva lasciato l’Italia per recarsi in Albania.
Nei giorni scorsi grazie anche alla collaborazione degli agenti della Polizia di Frontiera di Bari, il 43enne è stato fermato al momento del suo reingresso in Italia e denunciato all’Autorità Giudiziaria per i reati di violenza privata e percosse.
Inoltre, il Questore di Ravenna dr.ssa Giusi Stellino, ha emesso nei confronti del presunto aggressore un provvedimento di divieto di ritorno nel comune di Lugo.

 

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...