Lucca, aggressione in via Vittorio Veneto: fermati gli autori dai Carabinieri

Lucca, questa mattina, a Capannori (LU), i Carabinieri della Stazione di Lucca hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari emesse dal GIP del Tribunale di Lucca, a carico di due cittadini extracomunitari di origine marocchina, di anni 21 e 22, entrambi nullafacenti e dimoranti nel comune di Capannori, per i reati di lesioni personali aggravate in concorso e deformazione dell’aspetto della persona mediante lesioni permanenti al viso. I militari a seguito di articolata attività d’indagine condotta attraverso l’esame delle telecamere del sistema di videosorveglianza comunale e attraverso numerosi riscontri testimoniali, raccoglievano gravi indizi di colpevolezza a carico dei due arrestati, in ordine all’aggressione subita da un cittadino italo-cubano, 35enne, residente a Lucca. Alle ore 00:50 del 20 giugno 2021 il 35enne, mentre passeggiava nella Via Vittorio Veneto del centro storico di Lucca, per futili motivi veniva aggredito da un gruppo di giovani, che dopo averlo scaraventato a terra lo colpivano ripetutamente con pugni e calci sferrati con una violenza inaudita, e gli sfregiavano permanentemente il volto ed il collo con il coccio di una bottiglia di vino. A seguito dell’aggressione la vittima, oltre alle citate deformazioni permanenti, riportava una prognosi di 20 giorni per contusioni varie in tutto il corpo. Proseguono le indagini a carico di altri soggetti ancora in corso d’identificazione. Gli arrestati, dopo le formalità di rito, venivano accompagnati presso i rispettivi domicili in regime di arresti domiciliari.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...