Lombardia, nuovo percorso contro i tumori al seno

190

Via libera al Pirellone a larghissima maggioranza (61 sì e un astenuto) a una mozione bipartisan (primo firmatario il consigliere regionale della Lega, Alessandro Corbetta) relativa ai pazienti portatori di mutazioni patogenetiche nei geni BRCA 1 e 2. “Si tratta di due geni – ha spiegato il consigliere Corbetta – che sono responsabili di circa il 25-30% dei casi di tumore ereditati della mammella e ovaio. Questo significa che le donne, portatrici di tali geni, hanno un’elevata probabilità di sviluppare un tumore al seno o all’utero”.“Per questo – prosegue il leghista Corbetta – la nostra mozione chiede di istituire con urgenza un Percorso Diagnostico-Terapeutico Assistenziale (PDTA) specifico per le mutazioni BRCA 1 e 2 che includa sia i soggetti malati che i loro familiari”.“Il documento approvato ieri dall’aula impegna inoltre la Giunta a garantire l’esenzione dal ticket per tutte le prestazioni correlate, anche a soggetti di sesso maschile, nel quadro di un percorso di consulenza genetica oncologica secondo le linee guida esistenti”.“La presa in carico del paziente – continua Corbetta – sarà a cura delle Breast Unit regionali che, data la loro alta specializzazione, possono garantire la correttezza del percorso e l’appropriatezza delle prestazioni eseguite”.“La mozione – conclude Corbetta – è il frutto di un lavoro svolto nell’intergruppo consiliare regionale “per la tutela dei diritti dei pazienti con tumore” promosso da Salute Donna onlus, associazione da anni attiva anche a livello nazionale con l’obiettivo di migliorare le condizioni di vita dei malati oncologici a cui va il mio ringraziamento, unitamente a tutti i consiglieri e le associazioni attive nell’intergruppo”.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...