Livorno, prova a rubare un cane dal suo padrone: 31enne ai domiciliari a Venturina Terme

Livorno, i Carabinieri della Stazione di Venturina Terme hanno arrestato, nel corso della serata del 27 ottobre 2021, un cittadino di origine macedone, da anni residente in quel centro, che si era impossessato di un cane di razza pitbull, sottraendolo al legittimo proprietario dopo essersi introdotto, senza giustificato motivo, nell’abitazione di quest’ultimo.
I.M., 31enne, pluripregiudicato e sorvegliato speciale, durante l’intento criminale che stava ponendo in essere, era stato, tuttavia, fermato da un conoscente della persona offesa che, nel tentativo di riprendere il cane, era stato violentemente aggredito dall’autore del reato con pugni alla testa e al corpo e, nel chiaro intento di conseguire l’impunità o – come nel caso in specie – ad assicurarsi il possesso della bene sottratto, subiva durante l’aggressione anche il danneggiamento dello suo smartphone. L’immediato intervento dei carabinieri della locale Stazione, in servizio di pattugliamento nell’abitato, permetteva di arrestare l’uomo e di restituire l’animale domestico, che nella circostanza non riportava alcuna lesione durante le fasi concitate della vicenda, al suo padrone.
Nella mattinata di ieri, 29 ottobre 2021, il G.I.P. del Tribunale di Livorno, nel convalidare l’arresto per rapina dell’uomo eseguito dai carabinieri, concordando sulla richiesta del Pubblico Ministero della Procura della Repubblica labronica, applicava nei confronti del cittadino macedone la misura cautelare degli arresti domiciliari con divieto assoluto di comunicazione con persone estranee al nucleo familiare nonché di allontanarsi dall’abitazione senza autorizzazione dell’A.G., poiché sull’interessato già ricadeva la misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale, come da provvedimento emesso, il 14 aprile u.s., dal Tribunale di Firenze, in virtù della sua indole violenta e della sua pericolosità sociale.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...