Lignano Sabbiadoro, furti nelle case: deferiti in due per ricettazione

Lignano Sabbiadoro (Udine), alla seconda settimana del mese di luglio, nella località balneare di Lignano Sabbiadoro (UD), era stata registrata una recrudescenza dei furti in danno di private abitazioni, perpetrati durante il giorno e nel corso dei quali venivano asportati apparati tecnologici, monili e denaro contante. Era da subito evidente che tali eventi predatori erano verosimilmente riconducibili alla stessa matrice criminale, visto che erano stai consumati con modalità simili e in circostanze spazio-temporali coincidenti. In particolare, i malviventi avevano agito al mattino o nel pomeriggio, introducendosi in abitazioni senza alcuna persona all’interno, forzando porte o finestre. Al fine di contrastare il fenomeno, i Carabinieri della Stazione di Lignano Sabbiadoro avevano predisposto mirati servizi che, il 24 luglio scorso, avevano portato al controllo di un’autovettura con a bordo due cittadini serbi. L’atteggiamento dei due stranieri aveva indotto i militari ad approfondire il controllo e, a seguito di perquisizione, nascosta all’interno del bagagliaio del veicolo, nell’alloggiamento della ruota di scorta, era stata rivenuta una borsa contenente numerosi apparati tecnologici e gioielli, provento di furti commessi in Lignano Sabbiadoro (UD) e Bibione. Ad ora, quanto sequestrato, del valore di circa 30.000 Euro, è stato ricondotto alla commissione di almeno quattro furti perpetrati tra il 19 e il 22 luglio scorsi. L’autovettura ed alcuni strumenti, verosimilmente utilizzati per commettere i furti, sono stati sequestrati. I due cittadini serbi, entrambi 29enni, sono stati deferiti in stato di libertà per il reato di ricettazione.

 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...