Lecco, uccide i figli dodicenni e si getta dal ponte.

“Non li rivedrai mai più”. Questo il messaggio che Marco Bressi, 45 anni di Gorgonzola, vicino Milano, ha inviato alla moglie Daniela la notte tra sabato e domenica prima di uccidere i suoi due figlioletti di 12 anni, i gemellini Elena e Diego, mentre era con loro nella casa di vacanza in Valsassina.

L’uomo, che stava vivendo una difficile separazione dalla moglie, dopo il folle gesto si è diretto in auto verso il ponte Vittoria a Cremeno e si è gettato nel vuoto da 96 metri d’altezza.

A scoprire i cadaveri dei due figli è stata la mattina di domenica la stessa mamma che, allarmata dal messaggio del marito, è partita da casa per raggiungere Marino, il comune del lecchese dove si trova la casa di vacanza della famiglia.

E li ha fatto l’atroce scoperta. I sanitari purtroppo non hanno potuto fare nulla per i piccoli che erano stati soffocati e giacevano in camera ormai esanimi. Intanto i carabinieri di Lecco hanno diramato le ricerche del padre, che è stato poi ritrovato morto poche ore dopo.

Un vicino sconvolto ha raccontato di aver sentito nella notte dei rumori sordi come qualcuno che batteva sul muro “forse erano i piccoli che chiedevano aiuto” ha detto piangendo. La famiglia di Bressi era molto conosciuta nel paesino dove da anni trascorrevano le vacanze e tutti sono sconvolti. La mamma dei bimbi è stata sentita dai carabinieri per ricostruire le motivazioni del gesto del marito. Adesso resta un immenso dolore E una foto sul profilo Facebook di Bressi che è stata postata poco prima della tragedia: ci sono lui è i due gemelli insieme e la scritta “Noi tre  sempre insieme” .

La tragedia ricorda quella di Onno  San  Pietro vicino Brescia. In quel caso Pasquale Iacovone uccise i due figlioletti e incendiò la casa. Adesso sta scontando l’ergastolo.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...