Lecce, rave party a San Cataldo: 39 persone denunciate

Lecce, nella mattinata di domenica 11 luglio, la Questura di Lecce, con servizio di ordine pubblico predisposto, é intervenuta per allontanare i partecipanti ad un rave party tenutosi senza preavviso in località San Cataldo. Nel servizio sono stati impiegati equipaggi della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza di Lecce, che nonostante i servizi istituzionali già previsti hanno comunque fatto fronte alla nuova situazione. L’immediata attività di polizia posta in essere dagli agenti giunti sul posto consentiva l’identificazione di 350 persone ed il controllo di 40 veicoli, mentre l’identificazione ed il controllo degli organizzatori del rave sono stati effettuati dal personale della Squadra Mobile e della DIGOS di Lecce che hanno messo fine alla festa abusiva.

Tutte le operazioni inoltre sono state videoriprese da personale della Polizia Scientifica di Lecce. I giovani partecipanti al raduno erano giunti nella serata precedente anche da altre provincie, in particolare da quelle limitrofe. Un equipaggio della Polizia locale di Lecce ha gestito la viabilità della zona evitando difficoltà nel traffico di affluenza alle spiagge mentre le operazioni di sgombero erano in atto.
In seguito, gli approfondimenti investigativi effettuati dalla locale DIGOS consentivano di deferire alla Procura della Repubblica di Lecce, per il “reato di invasione terreni” ex art.633 CP, ben 39 soggetti.
Si comunica altresì che la locale Divisione Anticrimine procederà alla irrogazione della misura di prevenzione del” foglio di via obbligatorio” nei confronti dei soggetti non residenti a Lecce, mentre la locale Divisione di Polizia Amministrativa procederà alla contestazione, nei confronti dei 5 organizzatori, della sanzione amministrativa per “esercizio abusivo di spettacoli e intrattenimenti pubblici senza licenza del Questore”.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...