fbpx
CAMBIA LINGUA

Lecce, controllo del territorio: trovate armi, munizioni e droga. Due arresti.

La prima attività è stata originata dall’acquisizione della notizia che un uomo potesse detenere una pistola pur non avendone il titolo.

Lecce, controllo del territorio: trovate armi, munizioni e droga. Due arresti.

Lecce. Gli agenti della Questura di Lecce, durante il servizio di prevenzione e controllo del territorio hanno effettuato due distinte attività di polizia giudiziaria, culminate con l’arresto in flagranza di due uomini, gravati da precedenti di polizia.

La prima attività è stata originata dall’acquisizione della notizia che un uomo residente in un comune della provincia, successivamente identificato, potesse detenere una pistola pur non avendone il titolo.
I primi accertamenti svolti hanno consentito di individuare l’abitazione del soggetto, un cinquantasettenne, e di procedere ad una perquisizione dell’autovettura in uso allo stesso e della sua abitazione, per verificare la fondatezza di tale segnalazione.
I poliziotti hanno rinvenuto all’interno dell’abitazione, in una cassaforte nascosta dietro ad un quadro appeso alla parte, avvolta in un panno, una pistola clandestina con il relativo munizionamento. Trattasi di una pistola semiautomatica marca Luger calibro 9 e di 14 cartucce dello stesso calibro. L’arma da sparo ed il relativo munizionamento sono stati sottoposti a sequestro probatorio e l’uomo che la deteneva è stato arrestato nella flagranza di reato e condotto preso la locale Casa Circondariale.

Una ulteriore attività di prevenzione e controllo, sfociata in un arresto in flagranza, è stata condotta nel primo pomeriggio di ieri dagli equipaggi della Sezione Volanti, che, transitando in questo Viale Giovanni Paolo II, hanno osservato l’atteggiamento sospetto di un giovane e di un minorenne. Notata la presenza dell’equipaggio, il maggiorenne ha infatti cercato di disfarsi di un involucro, contenente hashish del peso di grammi 3.4. L’immediato controllo e le verifiche effettuate hanno consentito di accertare come il minore di 14 anni si fosse rivolto al ventiquattrenne per acquistare la sostanza stupefacente, concordando un appuntamento tramite un contatto telefonico, metodo questo più volte utilizzato dal ragazzino per acquistare hashish dallo stesso fornitore.
La perquisizione personale ha consentito di rinvenire addosso allo spacciatore, persona gravata da precedenti di polizia, un sacchetto in stoffa di colore vedere, occultato all’interno della maglia indossata, contenente 4 involucri di hashish, per un peso complessivo di ulteriori 10 grammi.
La gravità del fatto e la gravità della condotta, tra l’altro reiterata nel tempo, hanno determinato l’arresto dell’uomo, accompagnato successivamente presso la locale Casa Circondariale.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

polizia

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×