Ladri e rapinatori in manette a Milano nelle ultime ore

134

C’era quello che alla vista dei carabinieri fuggiva con l’auto appena rubata e e quello che si preparava al colpo in un appartamento del centro vuoto per le vacanze estive. In queste ultime ore i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Milano hanno arrestato tre cittadini tutti stranieri, due albanesi e un cubano, per reati contro il patrimonio. Il primo, un 26enne albanese, irregolare sul territorio nazionale e già noto alla Giustizia, alla vista di una pattuglia di Carabinieri in via Lomellina è fuggito a bordo di un’utilitaria appena rubata, perdendo il controllo e andando a sbattere contro altre due automobili parcheggiate a bordo strada. Ha poi tentato la fuga a piedima è stato bloccato e arrestato per furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.

Un altro albanese 20enne, irregolare sul territorio nazionale e con alle spalle reati contro il patrimonio, è finito in manette in zona “Monforte”. E’ stato acciuffato dai militari mentre tentava di introdursi in un’abitazione lasciata incustodita per le vacanze estive. A dare l’allarme al 112 una vicina di casa che, nel cuore della notte, aveva notato il giovane arrampicarsi fino al balcone del primo piano. Il malfattore ha tentato di forzare la tapparella di una finestra, utilizzando un grosso piede di porco, scalpello e cacciavite. All’arrivo dei Carabinieri si è dato alla fuga, dopo essere saltato in strada. Raggiunto, ha colpito i militari con calci e pugni e quindi dovrà rispondere di tentato furto in abitazione e resistenza a pubblico ufficiale. Un 31enne cubano, con precedenti e soggetto alla misura dell’obbligo di presentazione alle Forze di Polizia, è stato sottoposto a fermo per una una rapina all’interno del Parco Lambro ai danni di un cittadino boliviano 27enne, colpito al braccio ed alla gamba sinistra con un coltello al quale ha rubato lo smartphone. Il malvivente è stato individuato dai Carabinieri alcune ore dopo in Piazza Udine, con ancora addosso una maglietta sporca di sangue e riconosciuto dalla vittima e da un testimone. Il fermo è stato convalidato e l’uomo rimane a “San Vittore” a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Il 27enne se la caverà con ferite lacerocontuse al braccio e alla gamba sinistra ed una prognosi di 12 giorni . Infine un 34enne marocchino, irregolare sul territorio nazionale e con pregiudizi di polizia, è stato sorpreso dai militari dell’Arma in transito in via Piattoli, mentre rubava dal furgone di un ambulante una bilancia elettronica professionale.È stato denunciato.

Articolo di Laura Marinaro


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...