fbpx
CAMBIA LINGUA

Israele: “L’ordine di ingresso a Gaza arriverà presto”. Netanyahu ai soldati: «combattete come leoni»

Nuovi blitz di Israele nella Striscia. Razzi da Libano e Gaza su Israele

Israele: “L’ordine di ingresso a Gaza arriverà presto”. Netanyahu ai soldati: «combattete come leoni».

«Fermare ogni ulteriore pericolosa escalation» dopo che «troppe vite sono già andate perdute». È questo il messaggio del premier britannico Rishi Sunak in visita in Medio Oriente. L’inquilino di Downing Street è atterrato a Tel Aviv, dove incontrerà Netanyahu ed Herzog. Due priorità in cima all’agenda: gli aiuti umanitari a Gaza ed evitare l’allargamento del conflitto.

Intanto la tv commerciale israeliana Canale 12 ha appreso che una parte dei commando di Hamas che il 7 ottobre si sono macchiati di efferatezze contro i civili israeliani a ridosso della Striscia di Gaza era sotto effetto di una droga sintetica nota come “captagon”. Una sostanza non molto diffusa in Occidente, ma che che si trova relativamente in abbondanza in Medio Oriente.

Secondo una stima contenuta in un documento non riservato dell’intelligence statunitense, ottenuto e diffuso dall’emittente americana Cnn, le persone uccise nell’esplosione all’ospedale al Ahli di Gaza sarebbero tra 100 e 300. Hamas aveva detto che le persone uccise erano 471, un funzionario dell’intelligence dell’Unione Europea aveva detto all’agenzia di stampa Afp tra le 10 e le 50.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Due missili anticarro Kornet sono stati lanciati dal Libano verso l’insediamento israeliano di al Manara e Israele ha risposto con il fuoco di artiglieria alla periferia di Mees Al-Jabal, sul lato libanese del confine.

confine Libano-Israele

L’esercito israeliano è entrato nel territorio della Striscia di Gaza nel tentativo di localizzare gli ostaggi e ha annunciato di aver ucciso due importanti rappresentanti di Hamas: la leader dell’Ufficio politico Abdel Aziz al-Rantisi e il capo della sicurezza nazionale Jehad Mheisen. Il segnale è inequivocabile: l’ordine di ingresso a Gaza arriverà presto.

Nelle stesse ore, due basi Usa sono state colpite dal lancio di droni nell’Iraq occidentale e alcuni militari sono rimasti feriti.

Il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu ha incontrato i soldati del 51esimo battaglione della Brigata Golani dell’esercito in un punto di raccolta vicino a Gaza. «Sono qui con i soldati Golani provenienti da tutte le parti del Paese. Hanno combattuto come leoni e combatteranno come leoni, vinceremo con tutta la nostra forza», ha detto il premier israeliano, secondo quanto riferisce l’Idf.

Intanto è allarme terrorismo in tutta Europa: «La minaccia è elevata e può aumentare», avverte l’Ue.

Nuovo bilancio del ministero della sanità di Gaza che parla di 3.785 morti, inclusi 1.524 minori. I feriti sono 12.493 e di questi 3.983 sono minori e 3.300 donne.

Netanyahu

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×