“Inside Calabria”, il documentario contro la ‘ndrangheta di Polizia e Interpol per il progetto I-CAN

Il corto sintetizza i metodi di contrasto alla criminalità organizzata

In concomitanza dell’arresto del latitante di ‘ndrangheta Marc Feren Claude, conosciuto come BIART, avvenuto il 30 Marzo 2021, la Polizia di Stato ha rilasciato il documentario “Inside Calabria”, realizzato da 42°PARALLELO per il Progetto I–CAN (Interpol Cooperation Against ‘Ndrangheta) e promosso dalla Direzione centrale della polizia criminale, guidata dal Prefetto Vittorio Rizzi, insieme ad Interpol, la più grande agenzia di cooperazione multilaterale di polizia a cui aderiscono 194 Paesi del mondo.

Il Prefetto Rizzi sarà nei prossimi giorni alla guida di una delegazione dell’Interpol in visita in Italia e di conseguenza dovrà offrire loro una panoramica di come –  a livello di intelligence, operativo e giudiziario –   le istituzioni del Paese stiano sfidando la ‘ndrangheta, combattendo dall’interno una guerra di trincea. Allo stesso modo lo sforzo per difendere il tessuto economico-sociale italiano è condensato nel prodotto video “Inside Calabria”.

“Inside Calabria” è un corto documentaristico che dura poco più di 6 minuti. Nel video i protagonisti della lotta alla ‘ndrangheta raccontano le ramificazioni regionali, italiane ed internazionali dell’associazione mafiosa e i metodi utilizzati dalle Forze dell’Ordine per contrastarla. La ‘Ndrangheta è nata in Calabria negli ultimi decenni del diciottesimo secolo.


Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

I-CAN è un progetto nato meno di un anno fa e che ha già ottenuto grandi risultati. Inoltre I-CAN coinvolge le forze di polizia italiane e quelle di 10 Paesi del mondo. Argentina, Australia, Brasile, Canada, Colombia, Francia, Germania, Svizzera, Uruguay e USA sono tutte accomunate dall’esperienza della lotta alla ‘ndrangheta.

Di seguito il documentario “Inside Calabria”:


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...