In moto in farmacia, arrestati rapinatori

196

Un cittadino italo-serbo ed un egiziano in manette per la rapina compiuta martedì sera alla farmacia di via Boifava a Milano. Si tratta dei complici del  giovane marocchino e di un’ italiana già arrestati.Gli agenti della Squadra Investigativa del Commissariatodi PSScalo Romana della Questura di Milano hanno individuato, grazie all’analisi della rete criminale del territorio, il cittadino italo-serbo che avevain casa le scarpe utilizzate per la rapina ancora infangate a seguito della rocambolesca fuga lungo un canale. Individuatolo i poliziotti sono risaliti ad un secondo appartamento dove il giovane marocchino ferito alla mano incidentalmente dalla sua complice, aveva celato i vestiti utilizzati per la rapine. Nell’appartamento i poliziotti hanno rinvenuto 200 grammi di marijuana che hanno portato all’arresto dell’italo-egiziano lìresidente.Martedì sera, alle ore 20.30 circa, gli agenti del Commissariato Scalo Romanaerano intervenuti in via Boifava, in quanto era scattato l’allarme relativo ad una rapina all’interno di una farmacia.Dagli accertamenti, siè appurato che la rapina era stata consumata da trepersone arrivatea bordo di uno scooter utilizzato anche perbloccare la porta automatica della farmaciaove due dei tre,un uomo e una donna,sono entrati. Una volta all’interno, la donna, armata di pistola, ha minacciato i presenti mentre l’uomo si è impossessato dei soldi contenuti nella cassa, circa 300 euro, dopodiché sono scappati a bordo dello scooter. Durante il servizio dicontrollo e perlustrazione del territoriogli agenti del Commissariato Scalo Romana hanno intercettato lo scooter con a bordo i tre rapinatori in via Gratosoglioi quali,notata la volante, hanno invertito il senso di marca per dileguarsi. Per seminare i poliziotti sfruttando l’agilità dello scooter, i malviventi sono entrati in un parco ed hanno attraversato un ponte pedonale che consentiva di superare un canale di scolo ma,attraversato il ponticello, sono rimasti incastrati e sono caduti dal motoveicolo a causa di alcuni dissuasori. Nella circostanza, dalla pistola che erainpossesso alladonnasono partiti accidentalmente 2 colpi di cui uno ha feritoalla mano il cittadino marocchinodi 19 anni, nato in Italia.Mentre i due uomini sono riesciti a scappare, la donna, maggiorenne di 18 anni, rimasta indietro, si è consegnataai poliziotti. Sul luogo, gli agenti hanno rinvenuto lo scooter, risultato poi rubato, ed un bossolo esploso mentre, a poca distanza, una pistola semiautomatica Beretta 9×17, anch’essarisultata rubata,un secondo bossoloela presenta di sangue sul terreno. Diramate le informazioni sono iniziatele ricerche degli altri due rapinatori da parte degli agenti dellaSquadra Investigativa del Commissariatodi PSScalo Romanaedell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico,con l’intervento anche della Polizia Scientificae della Squadra Mobile. Qualche ora dopo, gli agenti del Commissariato di PS Scalo Romana hanno fermato un’auto nei pressi dell’Ospedale Humanitas di Rozzano (MI) con abordo tre uomini di cui uno con la mano ferita.Il primo con la mano feritaè risultato essere uno dei tre rapinatori, mentre gli altri due uomini, conoscenti del ferito, hanno riferito di aver visto poco prima l’amico sanguinante in strada e di averlo convinto ad andare in ospedale.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...