Gussola: minacce e botte alla madre e allo zio, arrestato dai Carabinieri, il figlio violento.

Gussola, ha picchiato la madre e lo zio, costringendoli a rifugiarsi fuori dall’abitazione, in attesa dell’arrivo dei Carabinieri. La storia di violenza domestica è avvenuta nel primo pomeriggio di ieri, a Gussola, e ha avuto come epilogo l’arresto dell’aggressore, un italiano di 59 anni, per maltrattamenti in famiglia, e resistenza a Pubblico Ufficiale. Alla Centrale Operativa dei Carabinieri di Casalmaggiore giungeva la chiamata di soccorso degli aggrediti. Sul posto, è stata inviata una pattuglia dalla stazione di Scandolara Ravara, dove nel frangente i militari constatavano l’agitazione e la paura negli occhi della donna. Poco dopo i militari entravano nell’abitazione e immediatamente il figlio li minacciava e li aggrediva venendo prontamente bloccato. La madre e lo zio venivano accompagnati presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Casalmaggiore. Successivamente, in caserma a Scandolara Ravara, al termine degli accertamenti, il figlio è stato dichiarato in arresto e tradotto presso la Casa Circondariale di Cremona, in attesa dell’udienza di convalida. L’uomo tra l’altro si trovava alla misura degli arresti domiciliari per una precedente condanna emessa nel luglio del 2019 dal Tribunale di Mantova per atti persecutori e recentemente denunciato anche dalla Stazione Carabinieri di Gussola per il reato di evasione.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...