Guasila, pubblica falso annuncio sui social fingendo di vendere capi di abbigliamento

Guasila, si fa accreditare 260 euro sul conto da una 20enne che la denuncia

Ieri a Guasila, i Carabinieri della locale Stazione, a conclusione di diversi accertamenti investigativi, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari per truffa aggravata, una 45enne di Acquaviva delle Fonti (BA), addetta ai servizi sociali di quel Comune, vecchia conoscenza delle forze dell’ordine. I militari appuravano che la donna, tramite un annuncio ingannevole pubblicato sul social network Facebook, inerente alla vendita di capi di abbigliamento femminile di grandi marche, si era fatta accreditare su una propria carta “POSTE-PAY” l’importo di euro 260 (duecentosessanta) da una 20enne di Guamaggiore, disoccupata, incensurata, venendo poi meno all’obbligazione di consegnare la merce. Dopo aver atteso a lungo l’arrivo dei capi d’abbigliamento acquistati, la ragazza si decideva a denunciare il raggiro, chiedendo che si procedesse nei confronti dell’anonima truffatrice nel cui inganno lei era caduta.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...