Grosso coltello in mano contro la porta dove la donna si era rifugiata

33

Milano 17 maggio 2017 – Dramma sfiorato in via Rogoredo dove un uomo ha cercato di entrare a casa dell’ex sfondando la porta con un coltello. Per fortuna è stato bloccato e arrestato dai carabinieri. protagonista un coingalese di 59 anni finito in manette dopo che i militari erano intervenuti in un appartamento di via Rogoredo a seguito della segnalazione di una violenta lite in corso.

Giunti sul posto, gli operanti hanno fatto ingresso nell’abitazione, grazie alle chiavi che la vittima aveva lanciato dalla finestra ad un vicino.

All’interno, l’uomo, alticcio, si è scagliato contro i Carabinieri, con un grosso coltello da cucina in mano, venendo subito bloccato.

Dopo aver messo in sicurezza l’aggressore, i militari hanno raggiunto la camera da letto, la cui porta era stata ripetutamente colpita con lo stesso coltello da cucina nel tentativo di sfondarla.

Nella stanza i Carabinieri hanno trovato e soccorso la donna, una 50enne dello Sri Lanka, in forte stato di agitazione, la quale, dopo essere stata tranquillizzata e rassicurata dagli operanti, ha denunciato il marito, accusandolo di pregresse, analoghe condotte violente.

Dopo la direttissima tenutasi nella mattinata odierna, l’arrestato è stato condotto a San Vittore. Con l’arresto odierno sale a 117 il numero dei violenti deferiti all’Autorità Giudiziaria dall’inizio dell’anno per i reati di maltrattamenti in famiglia e stalking, dei quali ben 81 finiti in manette.

Articolo di Laura Marinaro


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...