Gorizia, una pala d’altare dispersa durante la Grande Guerra verrà restituita alla Fondazione Coronini

Gorizia, opera del pittore goriziano Francesco Caucig, rappresenta la "Visitazione di Maria" e verrà restituita il 20 maggio alle ore 11:30

Gorizia, la pala d’altare raffigurante la “Visitazione di Maria”, opera del pittore goriziano Francesco Caucig (1755-1828), considerato uno dei protagonisti del Neoclassicismo europeo, sarà restituita il 20 maggio alle ore 11:30 dal Comandante dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale (TPC), Gen. B. Roberto RICCARDI, al Sindaco di Gorizia, dott. Rodolfo ZIBERNA. L’evento si svolgerà alla presenza del Direttore della Fondazione Palazzo Coronini Cronberg, Enrico GRAZIANO, e della Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio del Friuli Venezia Giulia, dott.ssa Simonetta BONOMI, nel corso di una conferenza stampa che avrà luogo presso l’omonimo Palazzo sede della Fondazione.

Il dipinto sarà restituito dopo oltre un secolo, essendo scomparso durante la Grande guerra. Il Conte Coronini lo aveva inviato a Roma insieme agli altri beni per salvarlo dai bombardamenti.
I militari del Reparto specializzato dell’Arma, che da aprile 2016 operano in Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige a tutela del patrimonio culturale sotto la guida del Magg. Lorenzo PELLA, hanno individuato e sequestrato la pala d’altare in una galleria d’arte di Roma, in seguito a una segnalazione arrivata alla storica dell’arte della Fondazione Coronini, dott.ssa Cristina Bragaglia.
Tutti i dettagli dell’operazione saranno illustrati domani nel corso della conferenza stampa.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...