fbpx
CAMBIA LINGUA

Gigi Riva, 30mila persone ai funerali a Cagliari. L’arcivescovo: «Ora corri in cielo come dopo un gol»

Alla basilica di Bonaria la cerimonia per rendere omaggio alla leggenda del calcio italiano

Gigi Riva, 30mila persone ai funerali a Cagliari. L’arcivescovo: «Ora corri in cielo come dopo un gol».

Erano 30mila le persone che hanno partecipato commosse ai funerali di Gigi Riva, la leggenda del calcio italiano scomparsa all’età di 79 anni la sera di lunedì 22 gennaio. La funzione religiosa si è svolta a Cagliari, nella Basilica di Bonaria.

Bandiere dei Quattro mori a mezz’asta negli edifici pubblici, tante le serrande abbassate in segno di lutto a Cagliari e non solo. A far loro eco, la bandiera italiana a mezz’asta a Zurigo, nella sede Fifa, e a Roma, in quella della Federcalcio. Applausi all’arrivo del feretro e della squadra della città guidata dall’allenatore Claudio Ranieri.

«Mio padre non lo convinceva nessuno, anche ieri se n’è andato come voleva lui, era hombre vertical sino alla fine e anche ieri ha deciso quello che voleva fare – ha detto il figlio NicolaÈ andato via non solo un padre per noi ma una persona che era come familiare di tante persone che gli volevano bene».

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

cagliari

L’arcivescovo di Cagliari: «Sono molte le immagini di questi giorni che celebrano la bellezza e la potenza di Riva, la sua esultanza con le lunghe braccia al cielo. Corri di nuovo e tieni ancora alte le tue braccia al cielo, corri e guarda in alto, in cielo con i tuoi genitori e la tua amata sorella».

Per il Ministro dello Sport Abodi «Riva ha profonde radici nel passato, nel presente e che vogliamo proiettare nel futuro. Io credo che il calcio non possa permettersi di abbandonare lo spirito che ha incarnato Gigi Riva e che credo sia apprezzato da tutti i tifosi di calcio di qualunque maglia e da tutti gli sportivi».

All’uscita del feretro un lungo applauso ha salutato la leggenda, sulle note della canzone di Piero Marras “Quando Gigi Riva tornerà”. A reggere la bara anche Buffon, Cannavaro e Zola, con dietro tutta la squadra del Cagliari, capitanata da Ranieri. Dalla folla è salito il coro «Gigi, Gigi». Poi è partito il commovente coro dei tifosi con la sciarpa degli ultras. «Un Gigi Riva, c’è solo un Gigi Riva» hanno cantato prima che la bara fosse depositata sull’auto diretta al cimitero monumentale di Bonaria per la sepoltura.

riva

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×