Giallo al Podere, arrestato un dipendente bulgaro

Si è risolto, nella notte del 5 gennaio, il giallo dell’omicidio di Carla Quattri Bossi, la novantenne titolare dell’agriturismo a sud di Milano, trovata morta la mattina del 4 gennaio. Sarebbe un dipendente della struttura, di origini bulgare, l’autore del delitto che avrebbe ammesso l’addebito. Movente economico dato che in casa gli uomini della squadra mobile hanno rinvenuto alcuni oggetti preziosi appartenenti all’anziana titolare e persino i suoi abiti intrisi di sangue in lavatrice. L’uomo avrebbe raggiunto la donna che viveva in uno degli appartamentini della cascina Podere Ronchetto e l’avrebbe colpita più volte al capo. A trovarla legata al letto e con un asciugamano in bocca era stata una delle figlie (la povera donna ne aveva 4) che poi ha lanciato l’allarme. L’assassino ha confessato ma non si conoscono ancora i particolari. La struttura è in fase di ristrutturazione e si sta convertendo in agriturismo, ma già è una area sosta camper attrezzata.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...