Genova, non vuole essere dimesso dal Pronto Soccorso: aggredisce poliziotti e sanitari

Genova, la Polizia di Stato ha arrestato un torinese di 56 anni, senza fissa dimora, per violenza o minaccia e resistenza a P.U. e lesioni personali aggravate, denunciandolo altresì per interruzione di pubblico servizio, oltraggio a P.U. e danneggiamento.
L’uomo si era presentato al pronto soccorso di San Martino dicendo di essere scivolato sull’erba. Riscontrato dagli accertamenti medici che non vi erano motivi per trattenerlo, il paziente era stato dimesso, ma lui si era rifiutato di lasciare la propria brandina agitandosi molto.
I poliziotti dell’U.P.G. intervenuti hanno cercato insieme al personale sanitario di trovare una soluzione consona per il 56enne, che non solo ha rifiutato ostinatamente ogni proposta, ma ha iniziato a diventare aggressivo e a filmare tutti col proprio telefono, violando il regolamento ospedaliero sulla privacy.
Nel momento in cui le infermiere hanno cercato di rimuovergli l’ago cannula dal braccio per farlo scendere dalla barella, ha cominciato a diventare violento scalciando e sgomitando, graffiando un’infermiera fino a cercare di attingere i presenti col sangue che egli stesso aveva fatto fuoriuscire dal proprio accesso venoso. Nel tentativo di bloccarlo gli agenti sono rovinati a terra insieme all’uomo ed un medico è stato colpito e da un calcio all’addome.
Anche all’interno della Questura il 56enne ha continuato ad inveire contro gli operatori minacciandoli di morte. Dopo aver pernottato nelle camere di sicurezza, questa mattina verrà condotto in direttissima.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...