Galatina, evade più volte dai domiciliari: tradotto in carcere dalla Polizia, sconterà 1 anno e 8 mesi

Galatina (Lecce), nei giorni scorsi gli Agenti in servizio presso il Commissariato di P.S. di Galatina hanno tratto in arresto VITI Cosimo Damiano 47enne di Galatina, in esecuzione del provvedimento di aggravamento disposto dall’Ufficio di Sorveglianza del Tribunale di Lecce, che sospende gli arresti domiciliati cui lo stesso era sottoposto, con la traduzione in carcere.

Il VITI Cosimo Damiano era agli arresti domiciliari, dopo aver ferito un Agente del Commissariato di Galatina, durante un normale controllo avvenuto nello scorso mese di marzo.

Lo stesso, più volte si era dimostrato intollerante agli arresti domiciliari ed era stato denunciato per ben tre volte per evasione. In ciascuna circostanza, solo successivamente al controllo effettuato dagli Agenti delle volanti del Commissariato ed avvertito dalla compagna della visita della Polizia, si recava puntualmente al Pronto Soccorso per giustificare la sua assenza dai domiciliari, fingendo ogni volta una situazione di malessere non meglio definita.
Alla luce delle numerose denunce veniva emessa un’ordinanza di sospensione cautelativa delle misure alternative con conseguente carcerazione, per scontare la pena residua di 1 anno e 8 mesi di reclusione.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...