Frosinone, controlli della Polizia in provincia: tre denunciati ed una sospensione di licenza

Frosinone, nella giornata di ieri nel territorio della provincia di Frosinone sono stati effettuati servizi straordinari di controllo del territorio finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati, con l’impiego di pattuglie della Questura e dei Commissariati di P.S. di Cassino, Fiuggi e Sora. A Frosinone è stato denunciato un 48enne per appropriazione indebita ed è stato eseguito il provvedimento di sospensione della licenza nei confronti di un esercizio commerciale, a Fiuggi un uomo è stato indagato per minaccia, mentre a Sora una cittadina ucraina è risultata essere clandestina sul territorio italiano e pertanto le è stato notificato il decreto di espulsione.

A Frosinone, gli agenti del Reparto Volanti, a seguito di accertamenti effettuati, hanno denunciato per appropriazione indebita un 48enne originario della provincia di Napoli. L’uomo aveva raggirato una sua coetanea, presentandosi come agente immobiliare. Dopo aver fatto sottoscrivere alle parti interessate un contratto di affitto, ha trattenuto arbitrariamente caparra e mensilità versate dal locatario.

I poliziotti della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura, invece, hanno eseguito il provvedimento di sospensione della licenza per 15 giorni emesso dal Questore di Frosinone nei confronti di un’attività commerciale del settore dell’oreficeria del capoluogo. Il provvedimento è scaturito da attività di controllo effettuate dagli agenti, che ha fatto emergere gravi irregolarità di natura fiscale e gestionale da parte del titolare dell’attività.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

A Fiuggi, gli agenti del Commissariato di P.S. hanno denunciato un 48enne, originario della provincia di Napoli, per minaccia a seguito di querela presentata da un trentenne. I fatti risalgono al mese di aprile, quando la vittima aveva pubblicato un post su un social network, il cui contenuto aveva contrariato il partenopeo, che in diverse occasioni aveva messo in atto un atteggiamento intimidatorio nei confronti del 30enne, sia con messaggi inviati su WhatsApp che nel corso di incontri casuali.

A Sora, invece, nel corso dei controlli, è stata denunciata una cittadina ucraina in quanto risultava essere clandestina sul territorio nazionale. Alla donna veniva nella circostanza notificato il decreto di espulsione.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...