Forlì, la Polizia espelle un violentatore seriale 28enne dal territorio, attualmente è in attesa di rimpatrio nel suo Paese

Forlì, Ieri mattina un cittadino rumeno di 28 anni, dopo aver scontato otto anni di detenzione presso la Casa Circondariale di Forlì, è stato dimesso per fine pena e immediatamente accompagnato da personale della Questura di Forlì al Centro di Trattenimento per stranieri irregolari di Potenza, in attesa del rimpatrio verso il suo Paese d’origine.

Da minorenne, in ben tre circostanze diverse, lo straniero si era reso responsabile di violenza sessuale aggravata e continuata nei confronti di persone minori, una delle quali tredicenne, reati commessi presso i lidi ferraresi e riminesi. Nonostante la sua giovane età e il lungo periodo trascorso in carcere, il giovane rumeno annovera anche precedenti e condanne per stupefacenti, frodi informatiche, indebito utilizzo di carte di credito e ricettazione. 

Per tutelare le vittime vulnerabili delle violenze, che in base a iniziative discendenti dalla normativa introdotta nel 2019, il cosiddetto “Codice rosso”, vengono informate dalla Polizia giudiziaria dell’eventuale scarcerazione del loro aguzzino,  il Questore di Forlì,  ritenendo prevalenti i motivi imperativi di ordine e sicurezza pubblica rispetto al diritto di ricongiungimento con la sua famiglia (i suoi congiunti vivono in provincia di Rimini) e nonostante le maggiori tutele di cui godono i cittadini comunitari, ha disposto l’immediato allontanamento da questo territorio del giovane rumeno che, dopo un’adolescenza caratterizzata da numerosi e gravi reati, ha trascorso gran parte della sua gioventù in carcere.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...